Make Sense Campaign 2023

Dal 18 al 22 settembre, oltre 130 centri in Italia organizzeranno giornate di diagnosi precoce gratuite

Torna dal 18 al 22 settembre 2023 la Make Sense Campaign, la campagna europea di educazione e sensibilizzazione alla prevenzione dei tumori del distretto testa-collo, promossa in Italia dall’Associazione Italiana di Oncologia Cervico-Cefalica (AIOCC): saranno oltre 130 i centri che, in quella settimana in Italia, organizzeranno giornate di diagnosi precoce gratuite, ad accesso libero o su prenotazione.

Visualizza

La prof.ssa Marta Mosca illustra gli obiettivi della rete di riferimento per le malattie muscolo-scheletriche e del tessuto connettivo: migliorare i percorsi per i pazienti e potenziare i registri

Pisa – L'ERN ReCONNET è pronta per altri cinque anni di lavoro: il progetto delle reti di riferimento ERN (European Reference Networks) è stato infatti riapprovato dalla Commissione Europea e finanziato con un nuovo grant. È dunque tempo di bilanci per la prof.ssa Marta Mosca, Direttore dell’Unità Operativa di Reumatologia dell’Azienda Ospedaliero-Universitaria Pisana e coordinatrice del network che si occupa delle malattie muscolo-scheletriche e del tessuto connettivo.

Spiaggia

Le storie di Anita e Francesca: un'estate fra barriere architettoniche e mancanza di sensibilità. La discriminazione: “I disabili come voi non li carichiamo”

Il problema, sicuramente, sono i costi necessari all'adeguamento delle strutture, ma ancora più spesso si tratta di scarsa sensibilità. Il risultato, in ogni caso, è che meno del 10% degli stabilimenti balneari italiani sono accessibili per le persone con disabilità: lo riporta un’inchiesta a puntate pubblicata su IlFattoQuotidiano.it. Secondo un’indagine di Unioncamere, basata sui dati del Registro delle Imprese della Camera di Commercio, gli stabilimenti balneari in Italia sono 7.173, e fra questi solo 650 risultano del tutto inclusivi. Certo, rispetto a dieci anni fa la situazione è decisamente migliorata, ma c'è ancora tanta strada da fare.

Consulta delle Malattie Neuromuscolari

Ad aderire le associazioni di pazienti di Puglia, Basilicata e Calabria

Nel mese di giugno 2023, dieci associazioni attive sul territorio pugliese, lucano e calabrese hanno dato vita alla Consulta delle Malattie Neuromuscolari SUD, che si unisce ad altre Consulte già operanti in diverse regioni, quali Piemonte, Valle D'Aosta, Toscana, Sardegna, Emilia-Romagna, Liguria, Lazio, Sicilia e Veneto.

Paolo Gasparini

In virtù del suo nuovo incarico, si occuperà di valutare sicurezza ed efficacia dei medicinali in approvazione o in uso nei Paesi UE

Importante riconoscimento europeo per il prof. Paolo Gasparini, Presidente della Società Italiana di Genetica Umana (SIGU), docente di Genetica all’Università di Trieste e direttore sia del Dipartimento dei Servizi di Diagnostica Avanzata che della Genetica Medica dell’IRCCS Materno Infantile “Burlo Garofolo” di Trieste. A queste cariche si aggiunge ora il prestigioso incarico europeo appena ricevuto: Gasparini è stato nominato rappresentante per l’Italia del CHMP, il Comitato per i Medicinali per Uso Umano dell’Agenzia Europea per i Medicinali (EMA), e prenderà quindi il posto del suo predecessore, Armando Genazzani.

EURORDIS

Pazienti e caregiver di età compresa tra i 18 e i 30 anni potranno candidarsi entro il 31 agosto

EURORDIS ha annunciato la formazione di un Gruppo di Giovani Ambasciatori (Young Ambassador Group), che riunirà giovani appassionati difensori dei diritti dei pazienti e professionisti di tutto il mondo per rendere la campagna annuale per la Giornata delle Malattie Rare un’occasione per un cambiamento significativo.

Depressione

La malattia che ha colpito Céline Dion viene spesso confusa con il Parkinson, la sclerosi multipla o la fibromialgia, oppure scambiata per condizioni psicosomatiche come ansia e fobie

Non sorprende il fatto che Céline Dion abbia deciso di cancellare tutte le date della sua tournée europea: la malattia da cui è affetta comporta una serie di sintomi, sia fisici che psicologici, per cui cantare, ballare, o anche solo muoversi su un palco – e farlo davanti a migliaia di persone – diventa molto difficile. È stata la stessa cantante a confidare ai suoi fan la diagnosi ricevuta quasi un anno fa: si tratta della sindrome della persona rigida (in inglese "stiff person syndrome"), una malattia neurologica rara e progressiva. Ora, secondo la stampa americana e canadese, le sue condizioni di salute starebbero peggiorando, e c'è il rischio che non sia più in grado di esibirsi dal vivo.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni