Italian English French Spanish

Sclerosi Multipla

Il trattamento con daclizumab a elevato rendimento (DAC HYP) 150 mg migliorerebbe la qualità della vita correlata alla salute (HRQoL) nei pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante-remittente (SMRR) rispetto al placebo.

Con la tua ricerca la SM non mi ferma” è questo il claim del Bando FISM 2016, che rappresenta l’invito di una giovane con sclerosi multipla, ai ricercatori; il suo volto chiede attenzione, responsabilità passione e risposte;  il suo sguardo cerca un dialogo e si avvale del proprio diritto a una ricerca rigorosa, innovativa e di eccellenza; con consapevolezza chiede che la ricerca abbia ricadute concrete nella propria vita. Il mondo della ricerca intero, se risponderà al Bando FISM, dovrà insomma dare risposte concrete; dovrà idealmente lavorare insieme con le persone con SM e lavorare per consentire loro una vita in cui sia possibile essere indipendenti, ed essere se stessi.
Far sì che AISM e FISM si adoperino a sviluppare l’eccellenza della ricerca sulla SM per trasformarla in salute e qualità di vita per le persone con SM non rappresenta solo una condizione, ma un valore assoluto.

Il meccanismo molecolare che controlla la funzionalità dei linfociti T dell’uomo è stato chiarito da una ricerca scientifica condotta dal gruppo del Prof. Giuseppe Matarese del Dipartimento di Medicina Molecolare e Biotecnologie Mediche dell’Università di Napoli “Federico II” in collaborazione con il Laboratorio di Proteomica dell’ITB-CNR e il Laboratorio di Immunologia dello IEOS-CNR. I risultati dello studio sono stati pubblicati sulla prestigiosa rivista Immunity.

D’ora in poi sarà disponibile in Italia a carico del SSN la nuova formulazione di glatiramer acetato – 40 mg/ml iniettati per via sottocutanea tre volte la settimana, per il trattamento dei pazienti affetti da sclerosi multipla recidivante remittente. È stata, infatti, pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale (GU Serie Generale n. 29 del 5-2-2015) la Determina di Aifa contenente il nuovo regime di rimborsabilità e il prezzo del farmaco.

Novartis e Microsoft stanno lavorando per lo sviluppo di un dispositivo sensibile al movimento umano, denominato Assess MS, basato sulla tecnologia sensoriale del Kinect, che sembra essere in grado di valutare i progressi o i peggioramenti del movimento nei pazienti con sclerosi multipla.

E’ stato presentato a Firenze, nei giorni scorsi, il Percorso Diagnostico Terapeutico Assistenziale (PDTA) per la sclerosi multipla della Regione Toscana, elaborato da un gruppo di lavoro multidisciplinare che ha visto coinvolti i maggiori esperti della malattia e rappresentanti politico-istituzionali della Regione, riuniti per discutere l’applicazione del PDTA nel quadro della nuova riforma del servizio sanitario regionale.

L’interruzione della terapia della sclerosi multipla (SM) con natalizumab risulta associata con lo sviluppo di nuova attività di malattia. Un protocollo di riduzione graduale (“tapered”) messo a punto negli Stati Uniti, infatti, ha dimostrato benefici, verificati dal fatto che i pazienti nel gruppo tapered (TG) hanno sperimentato un minor numero di recidive e un minore accumulo di lesioni alla risonanza magnetica (MRI) rispetto ai pazienti inseriti nel gruppo con discontinuazione immediata (IDG).



News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Amedeo Cencelli, 59 - 00177 Roma | Piva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan





Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni