La sclerosi laterale amiotrofica (SLA) è una malattia neurodegenerativa che porta ad una degenerazione dei motoneuroni e causa una paralisi totale. Attualmente non esiste cura e l'esito è infausto. L'incidenza è di circa 1-3 casi ogni 100.000 abitanti all’anno. In Italia si stimano almeno 3.500 malati e 1.000 nuovi casi ogni anno. La prevalenza, cioè il numero di casi presenti sulla popolazione, è in aumento: questo grazie alle cure che permettono di prolungare la vita del malato. Per maggiori informazioni clicca qui.

Il codice di esenzione della sclerosi laterale amiotrofica è RF0100.

Sla, studio italiano spiega uno dei meccanismi che la causa della malattia

La proteina potrebbe essere un nuovo bersaglio terapeutico per il quale sviluppare nuove strategie di cura

E' una proteina che si chiama Tdp-43 il nuovo bersaglio individuato da un gruppo di ricercatori italiani per sviluppare future terapie contro la SLA, sclerosi laterale amiotrofica. Lo studio, pubblicato su 'Science Advances', è stato condotto da un team di biochimici dell'Università di Firenze, che in collaborazione con colleghi dell'ateneo di Genova hanno riprodotto in laboratorio e descritto uno dei meccanismi all'origine della malattia. Un lavoro finanziato grazie a risorse di Fondazione Arisla e del Bando Fondazione Cr Firenze-Università di Firenze sulle malattie neurodegenerative.

Volontari AISLA

L’Associazione ha illustrato i risultati ottenuti nel 2021, gli obiettivi futuri e l’alleanza triennale con il Politecnico di Torino 

Milano – In un presente cambiato e che appare inafferrabile si manifesta il bisogno di approcci condivisi e volti verso il bene della società. Nell’Assemblea Nazionale dei Soci che si è svolta nella serata del 12 luglio, AISLA ribadisce che questo tempo è quello in cui bisogna dare valore al concetto di comunità, presupposto della coesione sociale e dell’impegno civico. Il bene comune, dunque, come impegno di missione che parte dalla difesa in prima linea della comunità delle persone con SLA, per aprirsi con coraggio e farsi prossimo ai bisogni di una società in cambiamento. 

Ricerca

Andrea Caffo, presidente di “Post Fata Resurgo”: “La nostra associazione è impegnata a fornire continui aggiornamenti sugli studi clinici in corso” 

Rialzarsi dopo essere stati al tappeto o risorgere dalle proprie ceneri come la fenice: questi sono alcuni dei significati riconducibili al motto latino “post fata resurgo (letteralmente la frase significa “risorgere dopo la morte”), scelto come nome di una neonata associazione italiana dedicata alla sclerosi laterale amiotrofica (SLA). Alla guida del Consiglio Direttivo c’è Andrea Caffo, che ha deciso di creare questa nuova Onlus dopo aver ricevuto una diagnosi di SLA che ha sconvolto la sua vita e quella della sua famiglia: così, nel 2020 è arrivato il sito internet e un anno dopo è stata ufficializzata la nascita dell’Associazione.

SLA giovanile, studio internazionale svela il ruolo del sistema immunitario in diagnosi e trattamento

 La pubblicazione sulla prestigiosa rivista Nature vede coinvolto il Centro clinico NeMO di Milano

Il sistema immunitario svolge un ruolo fondamentale nella diagnosi e nel trattamento della SLA di tipo 4, forma giovanile e lentamente progressiva della patologia neurodegenerativa causata da mutazioni nel gene della senataxina (SETX). A provarlo è uno studio internazionale coordinato da un gruppo di ricercatori italiani del Dipartimento di Microbiologia dell’Icahn School of Medicine del Mount Sinai di New York, pubblicato sulla rivista Nature. Allo studio ha partecipato il Centro Clinico NeMO di Milano, unico partner italiano che già nel 2010 aveva diagnosticato la prima famiglia in Italia con SLA di tipo 4, iniziando a comprendere come la risposta acquisita del sistema immunitario può essere coinvolta in alcune forme di SLA.

I giorni alla finestra

Presentato in prima visione il visual poem di AISLA “I giorni alla finestra” 

Quale sarebbe la nostra vita se avessimo a disposizione solo una finestra per sentirci parte di un mondo che scorre? Il video “I giorni alla finestra” racconta il viaggio onirico e di immaginazione che Aldo viveva grazie alla finestra della sua stanza: con AISLA, ad aprire le celebrazioni della Giornata Mondiale della lotta alla sclerosi laterale amiotrofica (SLA), il filmato è stato proiettato in prima visione sabato 11 giugno alle Tenute Lombardo di San Cataldo in Sicilia. Il soggetto è tratto dal racconto breve edito da Il Saggiatore e scritto dall’autrice siciliana Gabriella Sardo.

Ricerca AriSLA

Dopo due anni di sospensione a causa della pandemia, l’evento si svolgerà a Milano il 3 e 4 novembre 2022

Milano – AriSLA, Fondazione italiana di ricerca sulla SLA, aderisce allo SLA Global Day che, dal 1997, si celebra il 21 giugno, offrendo un quadro della ricerca italiana sulla sclerosi laterale amiotrofica (SLA), attraverso un’analisi dei dati raccolti in oltre 10 anni di finanziamento di progetti scientifici di eccellenza in tale ambito. E coglie questa significativa giornata per annunciare che, dopo due anni di sospensione a causa della pandemia, torna ad organizzare in presenza il Convegno scientifico sulla SLA, che si terrà a Milano il 3 e 4 novembre 2022.

La veleggiata Thalas

Le iniziative dell’Associazione in vista della Giornata Mondiale dedicata alla patologia

Un percorso lungo e ricco di grandi novità quello che accompagna AISLA in questa Giornata Mondiale SLA 2022. Dalla ricerca scientifica che annuncia l’efficacia del tofersen in una forma genetica rara della malattia, alla testimonianza di Aldo, con l’emozionante visual poem “I giorni alla finestra”. Un racconto di vita della corsa di Aldo, come anche delle 6.000 famiglie che corrono insieme a lui, ogni giorno. Immancabile, in questa lunga vigilia della Giornata, la tradizionale veleggiata Thalas che domenica 19 giugno vedrà protagonisti le famiglie, gli ammalati e i volontari sulle onde della Marina di Salivoli a Piombino.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni