Milano – Il 20 febbraio, a Bruxelles, durante la cerimonia degli EURORDIS Black Pearl Awards 2018, Novartis ha ricevuto l’EURORDIS Company Award for Innovation. Questo premio è un riconoscimento per Novartis sia dell’impegno a lungo termine nello sviluppo di farmaci per le malattie rare, sia degli sforzi costanti, mirati ad affrontare molte delle malattie rare che rappresentano sfide uniche per i pazienti, le loro famiglie, la società, gli operatori e i sistemi sanitari.

“Siamo lieti di aver ricevuto questo riconoscimento da EURORDIS. Il premio testimonia il nostro impegno a lungo termine nelle malattie rare”, ha affermato Susanne Schaffert, Responsabile della Regione Europa e Presidente di Advanced Accelerator Applications (AAA), di Novartis Oncology. “Continueremo a creare partnership strategiche con gli interlocutori chiave della comunità delle malattie rare per migliorare la vita dei pazienti in Europa e nel mondo”.

EURORDIS – Rare Diseases Europe è un’organizzazione senza scopo di lucro formata da oltre 700 Associazioni di pazienti affetti da malattie rare provenienti da oltre 60 Paesi. Queste associazioni lavorano insieme per migliorare la vita dei 30 milioni di persone che vivono con malattie rare in Europa. Gli EURORDIS Black Pearl Awards sono conferiti ai soggetti più in vista della comunità delle malattie rare, per i risultati eclatanti da loro ottenuti e per il loro eccezionale impegno nella causa delle malattie rare. Le candidature sono presentate dal grande pubblico, e sono poi vagliate da un comitato per le nomination e infine selezionate dal comitato direttivo di EURORDIS.

Nell’annunciare Novartis come vincitrice del premio, EURORDIS, nella motivazione, ha richiamato l’attenzione sullo stile cooperativo di lavoro che l’azienda orgogliosamente personifica, evidenziando le “efficaci collaborazioni con la comunità scientifica, medica e dei pazienti”. A livello strategico, Novartis promuove la collaborazione come mezzo per sviluppare i campi emergenti della biomedicina e per costruire solide partnership, mirate a fornire risultati ottimali per i pazienti. Per esempio, Novartis è stata la prima grande azienda farmaceutica ad annunciare un’alleanza per lo sviluppo di terapie con recettore antigenico chimerico delle cellule T (CAR-T, Chimeric Antigen Receptor T-cell), un tipo di trattamento che nel 2017 ha ricevuto la prima approvazione da parte dell’agenzia regolatoria americana, la Food and Drug Administration (FDA), come terapia cellulare per il trattamento della leucemia linfoblastica acuta nei bambini e nei giovani adulti. È un grandissimo onore per Novartis vedere riconosciuta da EURORDIS la propria innovazione fondata sulla ricerca scientifica, riconosciuta come “l’elemento distintivo della comunità delle malattie rare”. Si tratta dell’inizio di una nuova era nelle terapie per questi pazienti.

L’area delle malattie rare ha registrato enormi progressi dal 2000, quando in Europa è stata adottata per la prima volta la legislazione sui farmaci orfani. Avendo da lungo tempo investito nei farmaci orfani, Novartis è stata in grado di consolidare le sue conoscenze e capacità attraverso un’esperienza pluridecennale. In conseguenza di ciò, la divisione di ricerca e sviluppo sulle malattie rare utilizza le più recenti conoscenze e i più moderni strumenti scientifici al fine di fornire alla comunità una serie di soluzioni terapeutiche per bisogni medici ancora insoddisfatti.

Questo prestigioso riconoscimento di EURORDIS testimonia il livello elevato degli standard di Novartis, sia per la comunità delle malattie rare, sia per l’azienda stessa. L’obiettivo comune e costante è chiaro: Novartis deve puntare a ottenere migliori risultati e migliori cure per le persone che vivono con le malattie rare. In questa direzione, Novartis intende mettere la massima determinazione.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Gli Equilibristi. Come i Rare Sibling vivono le malattie rare

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni