Il codice di esenzione dell'acromegalia è 001 (Malattie croniche).

La casa farmaceutica Cortendo AB ha annunciato di aver stipulato un accordo con Antisense Therapeutics per l'ottenimento dei diritti di sviluppo e commercializzazione del farmaco sperimentale ATL1103 come trattamento indicato per rare malattie endocrine come l'acromegalia e la sindrome di Cushing. Cortendo AB sarà responsabile dello studio clinico sulle applicazioni endocrinologiche di ATL1103 e finanzierà i costi di sperimentazione e di regolamentazione del farmaco.

Secondo un articolo pubblicato su The Journal of Clinical Endocrinology and Metabolism un gruppo selezionato di esperti facenti parte della sottocommissione per le linee guida della Endocrine Society in collaborazione con la Società Europea di Endocrinologia ha sviluppato delle linee guida sull'acromegalia, utilizzando un approccio basato sull'evidenza. Queste linee guida  affrontano importanti temi clinici riguardanti la valutazione e la gestione di acromegalia, compresa la valutazione biochimica del caso, un algoritmo terapeutico, compreso l'uso di monoterapia  o terapia di combinazione e la gestione durante la gravidanza.


L’acromegalia è una malattia rara causata da un adenoma (tumore non maligno) all’ipofisi. Per la valutazione e gestione di questa patologia, il Journal of Clinical Endocrinology & Metabolism ha pubblicato le nuove linee guida sviluppate dall' Endocrine Society.

"La sovrabbondanza di ormone della crescita (GH) e di insulin-like growth factor-1 (IGF-1) – ha affermato Laurence Katznelson della Stanford University, presidente del team dell’Endocrine Society - può ridurre l’aspettativa di vita e ridurre la qualità di vita dei pazienti con acromegalia, per cui è fondamentale identificare un piano di trattamento in grado di tenere sotto controllo i livelli ormonali e il tumore”.

Secondo un articolo pubblicato recentemente su wallstreetpr.com e stando ai rapporti Novartis, il farmaco Signifor LAR ha ottenuto la raccomandazione del Comitato per i Medicinali per Uso Umano (CHMP) per l’impiego nella terapia di pazienti con acromegalia.
L’acromegalia è un disturbo endocrino causato da un eccesso di ormone della crescita (GH) nell'età postpuberale e dal conseguente aumento del fattore di crescita insulinosimile 1, detto anche IGF-1, secreto principalmente dal fegato in risposta al GH.

Secondo i risultati dello studio PAOLA, presentati durante lo European Congress of Endocrinology (ECE), il pasireotide a lento rilascio (LAR) sarebbe più efficace degli analoghi della somatostatina di prima generazione, nei pazienti affetti da acromegalia.
Il pasireotide è attualmente approvato in una formulazione sottocutanea sia in Europa sia negli Usa per il trattamento della sindrome di Cushing ed è in attesa di approvazione anche per l’acromegalia.

I pazienti affetti da acromegalia sembrano trarre maggior vantaggio dal trattamento del pasireotide a lento rilascio rispetto a  octreotide a lento rilascio. La notizia, riportata da Pharmastar, fa riferimento ai risultati di uno studio internazionale di fase tre sponsorizzato da Novartis, produttrice del farmaco.
Pasireotide è un nuovo analogo della somatostatina ed è stato testato grazie allo studio  denominato PASPORT-ACROMEGALY,  presentato in occasione del Congresso Internazionale ed Europeo di Endocrinologia di Firenze.

Prof. Giustina: “Le donne, più attente ai cambiamenti fisici, si accorgono prima”

Ci sono malattie rare evidenti nelle loro manifestazioni fisiche e che vengono ben illustrate nei testi di medicina, eppure, nonostante questo, ancora oggi vengono diagnosticate dopo molti anni. Una di queste è l’Acromegalia, una malattia rara causata da una iper produzione, in età adulta, dell’ormone della crescita. Questo squilibrio è determinato da una adenoma ipofisario attivo, un tipo di tumore endocrino benigno che ha la capacità di produrre ormoni. “E’ una malattia subdola, tanto per il paziente, che spesso sottovaluta i sintomi, che per il medico che spesso non individua per tempo i cambiamenti specifici, ma lenti, che avvengono nel fisico e nella fisionomia del suo paziente”. A dirlo è uno dei massimi esperti internazionali della malattia, il prof. Andrea Giustina dell’Università di Brescia, direttore del servizio di Endocrinologia dell’A.O. Spedali Civili di Brescia, Polo di Montichiari, nonché co-chairman del Consensus Group Internazionale sull’Acromegalia.  

Sportello legale OMaR

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

7 Giorni Sanità

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Nico è così

"Nico è così" - Un romanzo che dà voce ai giovani con emofilia

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni