Secondo un'analisi dei dati aggregati di cinque trial recenti sulla terapia adiuvante, pubblicata sul Journal of Clinical Oncology, l'aggiunta di oxaliplatino alla chemioterapia adiuvante a base di fluoropirimidine ridurrebbe in modo significativo il rischio di recidiva nei pazienti colpiti da cancro al colon.

In un totale di 12.000 pazienti arruolati nei cinque studi clinici randomizzati, l'aggiunta di oxaliplatino alla chemioterapia adiuvante standard con fluorouracile e leucovorina è risultata associata a una riduzione significativa del rischio di recidiva entro i primi 14 mesi dopo il trattamento nei pazienti con un cancro al colon in stadio II ed entro i primi 4 anni per i pazienti con malattia in stadio III.

Per saperne di più clicca qui.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni