Villa Santa Maria

Il presidio diventerà centro di riferimento per le sindromi di Dravet e di Lennox-Gastaut

Tavernerio (Como) - Villa Santa Maria entra a far parte della Rete regionale per le malattie rare. Il Centro Multiservizi di neuropsichiatria dell’infanzia e dell’adolescenza con sede in Tavernerio (Como) è infatti stato scelto da Regione Lombardia come presidio della rete che, attraverso la prevenzione, la sorveglianza, la diagnosi e la cura delle malattie rare, rappresenta il principale strumento di tutela dei pazienti affetti da questo tipo di patologie.

Una novità importante non solo per il Centro, che ha visto riconosciuto il proprio impegno e il livello di eccellenza raggiunto nel campo delle malattie rare negli ultimi anni, ma anche per il territorio. Infatti, con l’ingresso di Villa Santa Maria nella Rete regionale i presidi di riferimento nel territorio comasco diventano tre.

Villa Santa Maria è stata scelta quale presidio per la sindrome di Dravet e per la sindrome di Lennox-Gastaut, due patologie classificate come rare per le quali il Centro rappresenterà un hub sanitario, grazie alla presenza di specialisti diversi in grado di rispondere alle esigenze dei pazienti e affrontare la complessità delle patologie.

“Il nostro Centro, specializzato nella diagnosi, cura e riabilitazione di patologie neuropsichiatriche molto complesse, si caratterizza da sempre per un approccio multidisciplinare”, sottolinea il dottor Daniele Grioni, Responsabile dell’Ambulatorio di Epilettologia e Neuromodulazione di Villa Santa Maria. “Questo ci consente di andare davvero nella direzione di una medicina personalizzata, che rappresenta la risposta migliore per le malattie rare e per molte altre patologie”.

L’ammissione nella Rete regionale per le malattie rare “ci colloca tra le strutture che possono assicurare una diagnosi precoce, terapie appropriate e percorsi strutturati per i pazienti. Questo grazie al supporto di un’attività di cura e ricerca svolta in team da medici, psicologi clinici, genetisti, radiologi e altri specialisti che si occupano di patologie le quali, a dispetto del nome, interessano un numero di pazienti molto più alto di quanto si possa immaginare”, conclude il dottor Grioni.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni