Da ottobre i volontari clown saranno presenti anche in Oncologia Pediatrica per visite ed esami

Sarà ampliato il progetto “Clown in Corsia” al policlinico Santa Maria alle Scotte. “Visto il buon esisto dell’intervento effettuato tra aprile e maggio – spiega l’assistente sociale Lucia Rappuoli, coordinatore del progetto Ospedale per i bambini - dai Volontari Clown ‘Nasi e Nasi’, nell’ottica della riduzione del dolore, della paura e dell’ansia sia del bambino che delle famiglie, riproponiamo anche per il prossimo anno l’attività distrattiva e di sostegno al dolore. Un sorriso, il gioco e l’allegria, infatti, hanno un vero e proprio ruolo terapeutico per i piccoli pazienti che spesso devono effettuare anche lunghe permanenze in ospedale. Il nostro obiettivo è proprio quello di farli sentire come a casa e rincuorarli quando si scoraggiano”.

I clown saranno presenti il secondo e il quarto mercoledì di ogni mese, a partire da ottobre, anche presso gli ambulatori pediatrici al piano 5S. Inoltre, per la prima volta, aiuteranno i bambini anche durante prelievi ed esami in Oncologia Pediatrica, d’intesa con il responsabile del settore, dottor Alfonso D’Ambrosio, tutto il personale e il professor Paolo Balestri, direttore della Pediatria.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni