I pazienti affetti da artrite reumatoide (AR) possono attualmente disporre di un considerevole armamentario terapeutico: metotrexate, inibitori del TNF?, l’abatacept, il tocilizumab e l' rituximab. Una recente review, pubblicata su Mediators of Inflammation, ha analizzato l’impatto di marcatori clinici e biologici predittivi di risposta ai vari biologici. E' ormai appurato che la risposta clinica varia da individuo a individuo in base ad età, sesso, terapie concomitanti, indice di massa corporea o fumo. Molti studi hanno identificato fattori predittivi di risposta alle terapie biologiche, ma solo pochi di questi hanno avuto conferma.

Leggi su Pharmastar la notizia completa.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni