Le società Almirall, Aqua e Patogonia hanno siglato un accordo. In autunno partirà studio clinico di Fase II

USA - Prende il via la collaborazione tra le aziende Almirall, Aqua e Patogonia per lo sviluppo e la commercializzazione di un farmaco per il trattamento dell'ittiosi congenita. Il prodotto – per adesso denominato PAT-001 – contiene isotretinoina e nell'ultimo trimestre del 2016 entrerà negli studi clinici di Fase II. La strada per arrivare nella disponibilità dei pazienti è quindi ancora lunghissima. Ad ogni modo, il prodotto ha già ottenuto lo status di farmaco orfano.

L'ittiosi congenita è costituita da un gruppo di malattie dermatologiche croniche rare caratterizzate da pelle costantemente ispessita, secca, ruvida o squamosa. L'ittiosi congenita, infatti, rappresenta un gruppo di malattie genetiche rare di cheratinizzazione della pelle. Il termine “ichtiosi” deriva dal greco e significa "malattia dei pesci" in relazione alla pelle secca, ispessita e squamosa che la caratterizza. Altri segni e sintomi sono costituiti da infiammazione, fragilità, prurito, eritema, fessurazione e screpolatura, ectropion, anidrosi – che porta ad un aumentato rischio di surriscaldamento – e un rischio maggiore di infezione. Problemi che spesso portano al rischio di emarginazione delle persone affette da patologie: solo in Europa il numero dei pazienti dovrebbe aggirarsi intorno alle 160.000 unità. Qui vi avevamo raccontato di un centro italiano nel quale viene trattata l'ittiosi.

Lo studio clinico di Fase II verrà condotto negli Stati Uniti. Al momento, nei registri della Food and Drug Administration, non è presente nessun altro studio destinato allo sviluppo di un prodotto per il trattamenti di questa grave malattia della pelle. Sulla base dell'accordo, Almirall e Patagonia condurranno congiuntamente le attività di sviluppo e Almirall acquisirà i diritti globali per commercializzare PAT-001 per l'ittiosi congenita, insieme a ogni indicazione dermatologica futura. Inoltre, altri prodotti potranno essere sviluppati attraverso la proprietà intellettuale già esistente di Patagonia.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni