A beneficiare di questo regime sarà certamente il pirfenidone, unico farmaco approvato per la fibrosi polmonare idiopatica, ma me potranno disporre anche gli altri farmaci sotto monitoraggio

NAPOLI – La Regione Campania ha capito che ci sono casi in cui i pazienti non possono assolutamente attendere la fine delle attuali lunghe procedure burocratiche per avere accesso alle terapie. Va bene aspettare la fine delle sperimentazioni e l’autorizzazione al commercio, va bene anche attendere che si stabilisca il regime di erogazione del farmaco, ma poi per farmaci particolarmente importanti, magari senza alternative terapeutiche come il Pirfenidone,  bisogna far presto e garantirlo ai pazienti anche prima dell’inserimenti nel Prontuario Terapeutico Ospedaliero Regionale (PTOR), un passaggio che può altrimenti allungare i tempi anche di mesi.  In base a queste considerazioni la Regione Campania, prima Regione in Italia, ha pubblicato sul proprio bollettino,  a dicembre 2013,  alcune modifiche e integrazioni al  Decreto Commissariale n. 25 del 14.03.2012 “Individuazione/Aggiornamento Rete Regionale dei Centri prescrittori e codifica – monitoraggio induzione spesa farmaceutica”.  Diverse sono le novità che riguardano alcuni farmaci destinati al trattamento di patologie rare o di malattie gravi.


Tra le varie disposizione contenute nel testo, e precisamente al punto E di pagina 3, si legge “è necessario, inoltre, assicurare la tempestiva disponibilità dei farmaci a carico del SSN sottoposti a monitoraggio tramite Registri AIFA e pertanto il loro acquisto a prescindere dalla inclusione o meno nel PTOR”. L’eccezione dunque non riguarda tutti i farmaci ma solo una piccola classe, quelli sottoposti a monitoraggio, in genere farmaci piuttosto costosi e di recente approvazione per i quali si è ritenuto opportuno istituire un monitoraggio e per i quali siano stati identificati i centri prescrittori. Tra i farmaci sottoposti a questo regime ce ne sono molti specifici per le malattie rare – tra i quali, solo per fare un esempio, il pirfenidone (Esbriet®), il primo farmaco per la fibrosi polmonare idiopatica, o farmaci per l’HIV.

Non è questa l’unica novità. L’atto della Regione, in un altro punto estremamente rilevante (Punto ‘F’ di pagina 4), ridefinisce le modalità di distribuzione dei farmaci (come ad esempio, ancora una volta, il Pirfenidone), stabilendo che le aziende sanitarie prescrittrici dei farmaci sottoposti a  condizioni negoziali come il Payment by Results, Cost Sharing, Risk Sharing, Succes Fee, sono responsabili e titolari di tutta la procedura relativa alla gestione del farmaco nel periodo di osservazione. Pertanto, tramite le farmacie ospedaliere, dovranno provvedere all’erogazione dei farmaci e delle confezioni necessarie a coprire l’intero periodo soggetto ad accordo negoziale e rimborso AIFA. I farmaci erogati sono inseriti nella compensazione interaziendale tramite FILE F (erogazione diretta dei farmaci).

Questo significa, in parole povere, che le farmacie ospedaliere precedentemente identificate, dovranno erogare ai nuovi pazienti – facendo l’esempio dello schema terapeutico per la fibrosi polmonare idiopatica -  6 o 7 cicli di terapia: quanti ne sono necessari prima che il paziente, secondo i protocolli, venga chiamato per una rivalutazione della sua condizione e della risposta al trattamento. Ciò metterà i pazienti al riparo dal rischio – dovuto a mancanza di fondi o cattiva organizzazione – di trovarsi senza farmaco nel corso della terapia e costretti ad una interruzione imprevista e certamente dannosa.

Il risultato combinato di queste due disposizioni, nel caso dei farmaci sottoposti a monitoraggio e per i quali i centri prescrittori abbiano già attivato il sistema, è che nessuna farmacia potrà più rifiutare nelle strutture autorizzate  la prescrizione e l’acquisto del farmaco dato che i medici prescrittori.  Dall’entrata in vigore di questo provvedimento dunque i pazienti campani avranno ancora meno problemi di accesso al trattamento e un’arma in più per esigere il loro diritto alla terapia.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni