L’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri – Italian Thoracic (AIPO-ITS) e la Società Italiana di Pneumologia – Italian Respiratory Society (SIP_IRS) promuovono congiuntamente l’iniziativa dal titolo “Un albero per respirare, per prevenire e contrastare le malattie respiratorie”.

Il progetto prevede la messa a dimora di 300 alberi ed è collegato alla Festa dell’Albero, storica campagna di Legambiente giunta alla 27esima edizione svoltasi dal 18 e al 21 novembre scorsi. Sappiamo infatti quanto gli alberi siano preziosi alleati contro l’inquinamento e la crisi climatica. Assorbono CO2, producono ossigeno e sono indispensabili per la vita sul pianeta.

Il 25 novembre nei pressi del terreno demaniale nel Comune di Nicolosi (CT), più esattamente nell'area denominata Etna - Monti Rossi verranno piantati 150 alberi. Sarà presente il Circolo Legambiente Etneo con alcuni soci che supporteranno le attività, i rappresentanti dell'amministrazione comunale di Nicolosi e i rappresentanti del Corpo Forestale.

La messa a dimora di altri 150 alberi verrà ripetuta in occasione del Congresso Nazionale della Pneumologia che si terrà a Bari dal 9 all’11 giugno 2023.

“Già in occasione del XXIII Congresso Nazionale della Pneumologia svoltosi lo scorso 5-7 novembre ad Acireale (CT) è partita un’importante iniziativa che vede insieme la Società Italiana di Pneumologia e l’Associazione Italiana Pneumologi Ospedalieri nel sottolineare lo stretto legame tra ambiente e salute – evidenzia il professor Carlo Vancheri, Ordinario di malattie respiratorie all’Università di Catania e presidente della Società italiana di Pneumologia SIP-IRS - Per questo motivo abbiamo voluto portare avanti insieme a Legambiente un progetto di promozione del binomio salute dell’ambiente e salute respiratoria con una campagna di informazione che vuole rendere più consapevole l’opinione pubblica sul valore immenso della qualità dell’aria che respiriamo e soprattutto con un’iniziativa pratica che prevede la piantumazione di 150 alberi alle pendici dell’Etna”.

Attraverso la partecipazione a questo progetto anche AIPO-ITS rinnova il suo impegno nel ribadire l’importanza di un’aria e un ambiente puliti come fattori determinanti nell’ottica di una promozione della salute dei cittadini. AIPO-ITS vuole sensibilizzare l’opinione pubblica circa l’importanza di respirare aria pulita, di vivere in un contesto verde e non inquinato. Ricordiamo infatti che la vegetazione svolge un importantissimo ruolo: rappresenta un filtro biologico capace di assorbire gli inquinanti gassosi attraverso le foglie e i metalli pesanti attraverso le radici.

“Anche AIPO ha voluto promuovere con entusiasmo questa lodevole iniziativa” commenta Mauro Carone, Presidente AIPO-ITS. “Questo è un tema che AIPO ritiene importante, tanto che già nel nostro Congresso Nazionale del 2021 parlavamo dei cambiamenti climatici e della influenza negativa che questi possono avere anche sulla nostra salute, sia generale che respiratoria. Ringraziamo quindi Legambiente per il lavoro svolto a tutela del nostro pianeta nel tentativo di contrastare il cambiamento climatico e gli amici di SIP-IRS per aver congiuntamente sostenuto questa iniziativa che proseguirà nel giugno 2023 a Bari”.

La festa dell’albero rientra nel progetto europeo “Life Terra”, di cui Legambiente è partner e che ha l’obiettivo di piantare entro il 2025 nove milioni di alberi in Italia. Intorno a Life Terra, a cui partecipano diverse organizzazioni in otto paesi europei, si è creato, da circa due anni, un vero e proprio movimento di attivisti con l’obiettivo di contrastare l’emergenza climatica attraverso la messa a dimora di piante in tutta Europa con il coinvolgimento soprattutto di giovani, studenti e imprese.

 

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni