Vaccino

Università, centri di ricerca e aziende sono al lavoro in tutto il globo; negli USA parte la prima sperimentazione sull’uomo

Nella lotta al Coronavirus SARS-CoV-2, se da un lato le speranze di milioni di persone sono riposte, nell’immediato, in farmaci come remdesivir e tocilizumab, dall’altro le maggiori aspettative a lungo termine provengono dallo sviluppo di un vaccino specifico contro il virus. Ad oggi, secondo l’Organizzazione Mondiale della Sanità, sono 41 i vaccini in via di studio ma solo uno ha finora superato la sperimentazione pre-clinica ed è entrato nella Fase I di sviluppo clinico.

Il preparato in questione è denominato mRNA-1273 ed è stato messo a punto grazie alla collaborazione tra il National Institute of Allergy and Infectious Diseases (NIAID) statunitense, parte del National Institute of Health, e la biotech Moderna, che ha sede a Cambridge (Massachusetts) ed è da molto tempo impegnata nello sviluppo di farmaci basato su piattaforme a RNA.

Il vaccino mRNA-1273 sarà testato in uno studio clinico di Fase I, in aperto, condotto su 45 volontari di età compresa tra 18 e 55 anni che saranno accuratamente monitorati attraverso visite di controllo da svolgere presso il Kaiser Permanente Washington Health Research Institute (KPWHRI) di Seattle per un periodo di circa sei settimane.

È ancora prematuro cantare vittoria e pensare di disporre già dell’arma con cui arrestare l’avanzata di questo Coronavirus che ormai è diffuso in oltre 100 Paesi nel mondo, ma l’augurio più vivo è che la strada imboccata possa portarci, il prima possibile, al successo.

Per approfondimenti, leggi la notizia completa sul portale “Sperimentazioni Cliniche”.

 

Sportello legale OMaR

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

7 Giorni Sanità

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Nico è così

"Nico è così" - Un romanzo che dà voce ai giovani con emofilia

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni