On. Gian Antonio Girelli (PD)

On. Girelli (PD): “È necessario evitare di considerare superate tutte le minacce dovute all’epidemia”

Nei giorni scorsi l’On. Gian Antonio Girelli (PD) ha interrogato il Ministro della Salute Schillaci in merito alla programmazione per la vaccinazione contro il Covid. In particolare, rilevando la mancanza di un piano operativo annuale per la vaccinazione contro il Coronavirus, l’On. Girelli chiede al Ministro “quali iniziative di competenza intenda intraprendere con urgenza per far sì che tutti i soggetti fragili, le persone con più di 50 anni di età, oltre agli operatori della sanità, ricevano una nuova dose di vaccino contro il Covid-19, eventualmente in coincidenza con la campagna vaccinale contro l'influenza”.

La necessità, sottolinea il Deputato, è di evitare “il pericoloso rilassamento che si sta registrando in questi mesi e che rischia di far avvertire, erroneamente, come superate tutte le minacce dovute all'epidemia di Covid”.

La premessa da cui parte l’interrogazione è l’evidenza, raccolta tramite molteplici indagini scientifiche, che “i vaccini sono stati e sono essenziali per contrastare in maniera efficace la pandemia di Covid-19, avendo salvato moltissime vite umane, dopo la prima terribile fase nella quale tutti - e in particolare gli operatori della sanità - si sono trovati ad affrontare praticamente a mani nude l'epidemia”.

A livello globale, infatti, – mette in evidenza il testo – come segnalato dall'organizzazione mondiale della sanità, ancora oggi sono centinaia di migliaia le persone ricoverate negli ospedali per Covid, con decessi settimanali che toccano il migliaio di persone. “Dunque, – sottolinea l’Onorevole interrogante – non è giustificato nessun abbassamento della guardia rispetto a un pericolo che non possiamo sottovalutare”. I dati attuali, infatti, indicano che non si versa in situazione di emergenza ma che è assolutamente necessario prestare la massima attenzione per non essere presi di sorpresa nella stagione autunnale.

Secondo i più recenti (giugno 2023) dati forniti dall’Istituto Superiore di Sanità, che continua a operare un’attenta sorveglianza integrata settimana dell'andamento epidemiologico, l'incidenza attuale risulta pari a 14 casi per 100 mila abitanti, con un indice di trasmissibilità (Rt) uguale a 0,71 (0,64 - 0,77), in diminuzione rispetto alla settimana precedente (18 casi per 100 mila abitanti) in tutte le regioni, con una maggiore incidenza di malattia nei grandi anziani, con età superiore di 90 anni (27 casi per 100 mila abitanti).

Sono disponibili, in parallelo, dati recenti elaborati dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) che evidenziano un progressivo declino della protezione fornita dai vaccini a partire da circa 5-6 mesi dal completamento del ciclo vaccinale iniziale. Degno di nota il fatto che solamente un'esigua quota della popolazione over 60 (1,07%) ha ricevuto una somministrazione (o è guarita da Covid-19) al massimo da 4 mesi.

L’Italia, hanno osservato gli igienisti della Società italiana d'igiene (SIDI) e gli infettivologi della Società italiana di malattie infettive e tropicali (SIMI) è tra i pochi a livello europeo non ha ancora definito un piano di vaccinazione contro il Sars-CoV-2 per proteggere la popolazione, soprattutto quella fragile, nella prossima stagione autunnale [...]. Attualmente la copertura vaccinale è molto bassa, e si continuano a contare circa 13 morti al giorno. Al riguardo SIDI e SIMI hanno stilato delle raccomandazioni, sulla base delle migliori evidenze scientifiche e delle coperture vaccinali, nonché dell'andamento della patologia, utili a fornire indicazioni per la definizione di una strategia vaccinale, sottolineando anche l'importanza della realizzazione di una piattaforma vaccinale più ampia possibile, mantenendo sia i vaccini a mRNA che quelli proteici adiuvati, al fine di garantire la scelta più opportuna e, quindi, personalizzata alle esigenze del singolo soggetto.

Su questi dati e queste indicazioni si basa la richiesta dell’On. Girelli, che dovrebbe ricevere risposta scritta da parte del Ministro, anche se non si conoscono ancora i tempi di tale replica.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni