Visualizza

Intervista a Barbara Polistena, Direttore CREA Sanità, Università degli Studi di Roma “Tor Vergata”

Quando si parla di accesso alle terapie, come è stato fatto in occasione del IV Orphan Drug Day, svoltosi a Roma lo scorso 6 febbraio, è bene farlo avendo a disposizione dati oggettivi provenienti dalle diverse realtà che caratterizzano il sistema nazionale di regolamentazione dei farmaci, piuttosto che basandosi su semplici percezioni o sull’analisi di casi isolati, che rischiano di fornire un quadro distorto della situazione. Per questo motivo, fondamentale è il lavoro che ha portato alla pubblicazione del III Rapporto Annuale OSSFOR i cui dati sono stati discussi proprio in occasione dell’evento.

Un importante aspetto emerso dal documento è il progressivo aumento del numero dei farmaci orfani immessi in commercio. “Siamo arrivati a 106”, spiega Barbara Polistena, Direttore CREA Sanità all’Università degli Studi di Roma “Tor Vergata” e ricercatrice presso l’Osservatorio Farmaci Orfani (OSSFOR). “Ovviamente aumenta anche la spesa per i farmaci orfani, ma aumenta in modo molto più lento rispetto al passato”. In questo senso, quindi, il III Rapporto OSSFOR testimonia non solo un incremento delle opportunità terapeutiche per i pazienti con malattie rare, ma anche che questo andamento è bilanciato, in Italia, da una spesa sotto controllo.

“L’altro elemento del Rapporto degno di nota – continua Polistena – è quello dei trial clinici sui farmaci orfani: in Italia ci sono, ma sono ancora troppo pochi”. Secondo i dati dell’Horizon Scanning di AIFA, infatti, tra le 129 sperimentazioni cliniche attive sulle nuove patologie rare solo 19 coinvolgono strutture e pazienti sul territorio nazionale. Da questo punto di vista, quindi, è necessario intervenire quanto prima, per fornire migliori opportunità terapeutiche ai pazienti e migliori opportunità economiche per il Paese. Terapie efficaci e tempestivamente erogate, infatti, permettono non solo di migliorare l’aspettativa e la qualità di vita dei pazienti con malattie rare, ma rappresentano anche una notevole fonte di risparmio per il Servizio Sanitario Nazionale.

L’intervista a Barbara Polistena è stata realizzata in occasione del IV Orphan Drug Day, dal titolo “Accesso alle terapie per malattie rare in Italia: rendiamo efficiente un sistema già efficace”, svoltosi a Roma il 6 febbraio 2020.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni