Sicilia: la campagna vaccinale anti Covid-19

Operative le prenotazioni per le persone “estremamente vulnerabili”: riguardano mezzo milione di siciliani, sarà usato il siero Pfizer

Dal 20 febbraio anche in Sicilia è iniziata la vaccinazione anti COVID-19  degli over 80, e l'obiettivo è vaccinare il prima possibile un target potenziale di oltre 300 mila persone. Successivamente, se le consegne dei vaccini saranno rispettate nei tempi e nelle quantità, e se qualche altro vaccino riuscirà ad essere commercializzato, si potrà finalmente estendere la vaccinazione anche alle fasi successive. Lo sottolinea il documento “Stato dell'arte della vaccinazione anti COVID in Sicilia. Dove siamo e cosa ci aspetta”, pubblicato il 13 febbraio sul sito “Vaccinarsi in Sicilia”. 

La Sicilia si conferma tra le Regioni più virtuose, avendo raggiunto a quella data un totale di somministrazioni pari a 226.270, di cui il 72,4% a operatori sanitari e socio-sanitari, anche se solo il 5,4% a ospiti di strutture residenziali. Alla luce del parere di AIFA e dell’arrivo del vaccino di AstraZeneca a metà febbraio, un gruppo di lavoro Ministero Salute – Agenas – ISS – Commissario ha dettagliato la composizione delle categorie di fase 2 e 3. Le diverse caratteristiche dei vaccini Pfizer/BionTech e Moderna rispetto a quello AstraZeneca (rivolto ai soggetti tra i 18 e i 55 anni), permettono quindi di condurre un’azione parallela sui due principali fattori di rischio: letalità e diffusione del virus. La vaccinazione delle categorie comprese nelle fasi 1 e 2 (popolazione anziana e fragile) ha come fine ultimo quello di abbassare la letalità, mentre quella delle categorie comprese nelle fasi 3 e 4 (popolazione under 55) ha lo scopo di limitare la diffusione del virus.

Sul portale testcovid.costruiresalute.it sono attualmente disponibili i riferimenti e le istruzioni per la prenotazione da parte di cittadini estremamente vulnerabili, anziani sopra gli 80 anni, persone di età compresa tra i 70 e i 79 annipersonale scolastico e personale sanitario e sociosanitario.

Nell’ambito delle categorie comprese nella fase 2 (persone estremamente vulnerabili indipendentemente dall’età e persone vulnerabili under 70), sono state individuate diverse aree di patologia che incrementano il rischio di decesso da COVID.

Gruppi di comorbidità (patologie cronico-degenerative) dei soggetti che verranno inclusi in fase 2:

01 – BPCO / asma / fibrosi polmonari / insufficienza respiratoria
02 – Malattie cardiocircolatorie
03 – Condizioni neurologiche
04 – Diabete / altre endocrinopatie severe
05 – Fibrosi cistica
06 – HIV
07 – Insufficienza renale / patologia renale
08 – Ipertensione arteriosa
09 – Malattie autoimmuni / immunodeficienze primitive
10 – Malattia epatica
11 – Malattie cerebrovascolari
12 – Patologie oncologiche e talassemiche
13 – Sindrome di Down
14 – Trapianto
15 – Grave obesità

DISABILI GRAVI E CAREGIVER

Si tratta del secondo importante step su un target fragile: la Sicilia, infatti, già lo scorso 2 marzo ha avviato la campagna di somministrazione del vaccino sui disabili gravissimi e i loro caregiver. Le procedure di prenotazione sono analoghe a quelle già in atto nel territorio regionale per altri target della campagna vaccinale: si può, infatti, adoperare la piattaforma della struttura commissariale nazionale, gestita da Poste Italiane (https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it) o attraverso il portale regionale (www.siciliacoronavirus.it). Oltre alla modalità online è possibile utilizzare il numero verde dedicato (800.00.99.66), attivo dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 18 (esclusi sabato e festivi). Inoltre, la registrazione è effettuabile anche attraverso i 687 sportelli Postamat e tramite il canale costituito dai portalettere di Poste Italiane che possono inserire in agenda gli appuntamenti richiesti dai cittadini appartenenti alla categoria interessata.

VACCINAZIONE SOGGETTI ESTREMAMENTE VULNERABILI

Dal 16 marzo, come riporta l'ANSA, è scattata con alcune ore di anticipo rispetto al previsto la nuova fase della campagna che complessivamente coinvolge circa 500 mila cittadini. Gli interessati – ai quali verrà somministrato il vaccino Pfizer/BioNTech – sono tutte le persone affette da condizioni di danno d'organo preesistente o che, in ragione di una compromissione della risposta immunitaria a SARS-CoV-2, hanno un rischio particolarmente elevato di sviluppare forme gravi o letali di COVID-19.

Per i soggetti affetti da obesità con BMI maggiore di 35 sarà possibile effettuare il vaccino anti Covid tramite il proprio medico di medicina generale oppure inviando una mail allegando e compilando il seguente modulo prenotazione Obesi Gravi alla propria ASP territorialmente competente: Agrigento (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Caltanissetta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Catania (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Enna (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Messina (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Palermo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Ragusa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Siracusa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Trapani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

CONVIVENTI

Avranno da subito diritto alla vaccinazione, previa autocertificazione da presentare all'atto della somministrazione del vaccino, anche i conviventi delle persone affette dalle seguenti patologie:

  • pazienti in trattamento con farmaci biologici o terapie immunodepressive
  • pazienti con grave compromissione polmonare o marcata immunodeficienza
  • pazienti con immunodepressione secondaria a trattamento terapeutico
  • pazienti oncologici e oncoematologici in trattamento con farmaci immunosoppressivi, mielosoppressivi o a meno di sei mesi dalla sospensione delle cure
  • pazienti in lista d'attesa o trapiantati di organo solido
  • pazienti in attesa o sottoposti a trapianto di cellule staminali emopoietiche dopo i tre mesi e fino ad un anno
  • pazienti trapiantati di cellule staminali emopoietiche anche dopo il primo anno, nel caso che abbiano sviluppato una malattia del trapianto contro l'ospite cronica, in terapia immunosoppressiva.

MINORI NON VACCINABILI

Nel caso di minori estremamente vulnerabili non vaccinabili a causa della mancanza di sieri indicati per la loro fascia di età, si procederà alla vaccinazione dei genitori, tutori o affidatari che dovranno inviare un'autocertificazione del proprio status alle mail di seguito elencate: Agrigento (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Caltanissetta (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Catania (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Enna (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Messina (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Palermo (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Ragusa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Siracusa (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.); Trapani (Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.).

IL PIANO C'È MA LE DOSI MANCANO

Come sottolinea il documento pubblicato sul sito “Vaccinarsi in Sicilia”, entro marzo è previsto l’arrivo di 5,3 milioni di dosi di vaccino AstraZeneca, che permetterà di condurre la fase 3 parallelamente alle fasi 1 e 2. Dopo una fase iniziale virtuosa che ha però subito qualche rallentamento, si spera adesso di procedere spediti verso la tanto agognata immunità di gregge. È fondamentale per proseguire speditamente che vengano mantenute le consegne prospettate dei vaccini Pfizer/BionTech e Moderna. Sarà fondamentale anche l’arrivo di nuovi vaccini in commercio come quello di Johnson & Johnson che, oltre ad avere una conservazione in frigorifero, prevede una sola somministrazione, o quello di CureVac (anch’esso a mRNA).

“Dopo le parrocchie, andremo anche al mare, siamo pronti a fare le vaccinazioni anche negli stabilimenti balneari, naturalmente d'intesa con la federazione interessata e il consenso dei titolari. Ma lo possiamo fare appena avremo i vaccini. Non ci dobbiamo mai fermare, neppure in estate”. Lo ha dichiarato il presidente della Regione Siciliana Nello Musumeci intervenendo nel pomeriggio del 25 marzo, a TGS.

“Abbiamo tutto l'interesse ad evitare che negli hub si lavori dalle 8 alle 22”, ha aggiunto Musumeci. “Sono per il decentramento, ma serve la materia prima, cioè i vaccini. Oggi non ci sono vaccini a sufficienza, gli hub riescono appena a lavorare con la disponibilità che abbiamo. Quando arriveranno i vaccini, almeno 100mila dosi per volta, possiamo cominciare a decentrare. Ma se non dovessero bastare i decentramenti possiamo anche lavorare di notte”. Sull'arrivo delle dosi Johnson&Johnson, Musumeci ha detto: “Spero prestissimo, l'assessore Razza sostiene che verso la metà di aprile potrebbe arrivare una prima fornitura che ha il vantaggio di essere monodose e quindi basterà soltanto una vaccinazione, una grande sperimentazione americana”.

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

 

Articoli correlati

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni