Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini

L’iniziativa si inserisce all’interno del progetto TOBIA (Team Operativo Bisogni Individuali Assistenziali)

Presso il Padiglione Malpighi dell’Azienda Ospedaliera San Camillo-Forlanini di Roma prende il via, nell’ambito del progetto TOBIA, un servizio per tamponi COVID dedicato alle persone disabili. Dalle ore 14 alle ore 19 del lunedì, mercoledì e venerdì, sarà possibile, previa prenotazione, fare il test per COVID-19 (antigenico e molecolare, con ricetta medica dematerializzata). Il progetto TOBIA offre a persone con disabilità intellettiva o relazionale l’opportunità di accedere a procedure diagnostiche utili e necessarie a prevenire e curare patologie non direttamente legate alla malattia principale da cui sono affetti.

“Un segnale di attenzione importante rivolto ai pazienti con disabilità intellettiva grave, ‘non collaboranti’ o ‘difficili’, per i quali anche un esame semplice come un tampone COVID può rappresentare una grande difficoltà”, ha commentato l’Assessore alla Sanità della Regione Lazio, Alessio D’Amato. Il progetto TOBIA (Team Operativo Bisogni Individuali Assistenziali), avviato su impulso della Direzione strategica, garantisce la presa in carico di pazienti difficili per i quali i bisogni clinici e assistenziali devono essere affrontati congiuntamente a quelli organizzativi, attraverso percorsi diagnostici appropriati e di prevenzione che prevedano l’intervento congiunto di diverse specialità e figure professionali, oltre che il progressivo coinvolgimento di associazioni di settore e del volontariato, fondamentali per l’accompagnamento dei pazienti.

"TOBIA - dichiara il Direttore generale Fabrizio d'Alba - è un ‘piccolo progetto’ in grado di qualificare il San Camillo come un grande azienda, aperta ed accogliente. Un luogo dove - come avviene con il progetto TOBIA - le professionalità mediche e l'organizzazione interna sono modulate sui bisogni di ‘pazienti fragili’, garantendo loro accesso alle prestazioni sanitarie e alle loro famiglie la certezza di una concreta presa in carico da parte del sistema sanitario regionale".

La segnalazione dei casi al servizio avviene attraverso un call-center che si occuperà anche delle prenotazioni per i tamponi e che risponde ai numeri telefonici dedicati: 06/58706099 – 346/2337741. L’utente può inviare un messaggio WhatsApp (scritto o vocale) a cui il team TOBIA risponderà entro le 24 ore successive. Gli operatori del team si occupano di costruire il percorso di cura personalizzato coinvolgendo i diversi servizi e operatori, e comunicando al paziente o ai familiari le tappe delle prestazioni e chi sarà il caregiver che si prenderà cura di loro. Sarà poi cura dello stesso team acquisire i referti degli esami eseguiti e trasmetterli all’utente.

Articoli correlati

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni