Rita Cataldo

Gli obiettivi: continuità terapeutica, supporto per i malati rari, consegna a domicilio della terapia per il mieloma multiplo

La pandemia non ferma l’impegno di Takeda, in linea con le proprie priorità strategiche, che pongono il paziente al primo posto, e con “For You With You”, il patto che sancisce l’impegno dell’azienda nei loro confronti. Il contributo di Takeda a sostegno dei propri pazienti in emergenza COVID-19 si concretizza in: continuità terapeutica, servizi di supporto per le persone con malattie rare, consegna a domicilio della terapia per il mieloma multiplo.

Takeda, azienda biofarmaceutica globale, conferma la produzione e distribuzione dei propri farmaci, non prevedendo problematiche a medio termine. Grazie a programmi di supporto, offerti tramite partner esterni qualificati, pazienti affetti da malattie da accumulo lisosomiale, emofilia, immunodeficienze, angioedema ereditario, potranno accedere a servizi di supporto psicologico e fisioterapico, a training per l’autosomministrazione dei farmaci fino ad arrivare alla somministrazione della terapia a domicilio.

Inoltre, sarà attivata la consegna a domicilio del trattamento per il mieloma multiplo, così da evitare l’accesso dei pazienti alle farmacie ospedaliere, contribuendo ad abbassare il rischio di contagio in questa popolazione ‘fragile’ di persone. Non ultime, le piattaforme digitali Takeda che in questo contesto forniscono servizi di supporto nella gestione dei pazienti con patologie croniche, diventano ancora più determinanti per loro e per le Strutture Sanitarie che se ne prendono cura.

Per aiutare il Servizio Sanitario così strenuamente impegnato in queste settimane, Takeda ha previsto donazioni agli ospedali e alle associazioni attivi in prima linea in questa emergenza. I destinatari di questi aiuti sono l’Ospedale Spallanzani (Roma), l’Ospedale Sacco (Milano) e l’Ospedale Gemelli (Roma), a cui si aggiungono le donazioni alla Protezione Civile e il sostegno alla campagna #iosonoarischio promossa da AIL per supportare i pazienti onco-ematologici. I dipendenti Takeda hanno inoltre voluto dare il loro contributo personale, dando vita a una raccolta fondi il cui ricavato andrà ad aggiungersi alla somma stanziata dall’azienda.

Takeda ha a cuore il benessere delle persone, a partire dai propri dipendenti. Consentire ai dipendenti di poter svolgere il lavoro in sicurezza, limitando le potenziali situazioni di rischio, è il fronte su cui Takeda si è impegnata fin dall’inizio dell’emergenza: in 5 giorni è stata attivata l’informazione scientifica e la formazione da remoto, e nelle due sedi di Roma e Milano è stato implementato l’home working. L’azienda ha inoltre sottoscritto per tutto il personale la polizza denominata “Covid-19”, per offrire, in caso di contagio, garanzie e servizi assistenziali supplementari. La campagna #takedarestaacasa e i webinar settimanali consentono di restare in contatto, di essere aggiornati e condividere l’esperienza di lavoro da casa. Infine, a breve sarà disponibile un servizio di supporto psicologico.

“La salute delle persone è la nostra priorità ed oggi lo è più che mai”, afferma Rita Cataldo, Amministratore Delegato di Takeda Italia. “Vogliamo garantire le terapie ai pazienti che ne hanno bisogno, dare un sostegno concreto agli Operatori Sanitari e Strutture Ospedaliere che combattono in prima linea la battaglia determinata dall’emergenza Covid-19, nonché proteggere i nostri dipendenti. I nostri Valori e l’approccio “For You With You” racchiudono questa volontà e ci guidano nel nostro lavoro quotidiano, oggi e sempre”.

Il Gruppo Takeda, inoltre, insieme agli altri leader globali del settore del plasma, ha avviato una collaborazione per accelerare lo sviluppo di una potenziale terapia a base di plasma iperimmune per il trattamento dei pazienti affetti da COVID-19.

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni