La compagnia farmaceutica Janssen, di proprietà di Johnson & Johnson, ha presentato alla European Medicines Agency (EMA) una richiesta di autorizzazione alla commercializzazione (MAA) del proprio farmaco siltuximab, impiegato nel trattamento della forma multicentrica della malattia di Castleman non associata ad infezione da HIV o da virus HHV8 (Human Herpes Virus 8).

Tale richiesta è stata effettuata nello scorso mese, contemporaneamente alla domanda di licenza biologica (BLA) che Janssen ha inviato alla Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti per lo stesso siltuximab.

La malattia di Castleman (MC) rappresenta una rara patologia caratterizzata da ipertrofia dei linfonodi in presenza di un'iperplasia linfatica angiofollicolare. Ne esistono due forme: quella unicentrica (UCD), ossia limitata a un solo linfonodo, e quella multicentrica (MCD), più rara, che colpisce molteplici linfonodi. La prevalenza della MC non è nota, ma è calcolata in meno di 1/100.000.

Siltuximab è un farmaco antitumorale sperimentale a base di un anticorpo monoclonale chimerico inibitore dell'Interleuchina 6 (IL-6), una proteina che sembra avere un ruolo chiave nella patogenesi della malattia di Castleman. Siltuximab ha già ricevuto lo status di farmaco orfano sia dall’EMA che dall’FDA.

Per ulteriori informazioni sulla malattia consulta Orphanet

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni