La casa farmaceutica Boehringer Ingelheim ha annunciato che l’Agenzia europea del farmaco (EMA) ha accettato la domanda di registrazione di nintedanib, un medicinale sperimentale indicato per il trattamento della fibrosi polmonare idiopatica (IPF), una rara condizione che è caratterizzata dalla formazione di tessuto cicatriziale all'interno dei polmoni e la cui causa esatta rimane tuttora sconosciuta. La decisione dell'EMA è dovuta ai promettenti risultati che nintedanib, un inibitore della tirosin-chinasi (TKI), ha ottenuto in due studi clinici di Fase III denominati INPULSIS. In base alla richiesta avanzata da Boehringer, l’EMA intraprenderà un procedimento di valutazione accelerato per l'approvazione definitiva del farmaco.

Leggi la notizia completa su Pharmastar.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni