Roberto Adamo

L’importante novità è frutto del lavoro svolto dall’associazione di pazienti “Un Respiro di Speranza Lombardia”

Finalmente ci siamo riusciti, è una svolta epocale”, dichiara Roberto Adamo, Presidente di “Un Respiro di Speranza Lombardia”, un’organizzazione di volontariato che ha lo scopo di sensibilizzare l’opinione pubblica e le istituzioni nei confronti della fibrosi polmonare idiopatica (IPF) e di dare sostegno ai pazienti affetti da questa malattia rara. Grazie all’impegno dell’Associazione, infatti, in Lombardia, i pazienti con patologie polmonari che necessitano di ossigenoterapia avranno a breve la possibilità di effettuare la ricarica dei cosiddetti “stroller”, i dispositivi portatili contenenti ossigeno liquido, attraverso il circuito delle farmacie regionali.

A prevedere che la ricarica degli stroller possa avvenire, oltre che a domicilio, anche presso strutture sanitarie individuate dalle Regioni e, in via sperimentale fino all’anno 2022, presso le farmacie convenzionate, è anche l’articolo 5 Ter del decreto Cura Italia, ma i tanti pazienti italiani in ossigenoterapia sono ancora in attesa che siano emanati i decreti attuativi della legge.

L’associazione “Un Respiro di Speranza Lombardia”, invece, ha deciso di non aspettare: grazie a un accordo quadro con le aziende distributrici dell’ossigeno liquido lombarde e con una holding di farmacie indipendenti presenti nella regione, ha dato vita al progetto “RICARICA STROLLER FUORI PORTA”, che persegue l’obiettivo di sostenere i pazienti che necessitano di ossigeno terapeutico regolarmente prescritto dallo specialista di riferimento. Il fine è quello di garantire una maggiore libertà di movimento all’interno del territorio lombardo grazie alla possibilità di ricaricare gli stroller, da parte degli utenti utilizzatori, attraverso il servizio erogato dalle aziende distributrici di ossigeno della regione Lombardia, quali Sapio Life, Vivisol, Medicair e Medigas, e dal gruppo di Farmacie La farmacia-Hippocrates Holding.

L'intervento è rivolto a tutti i pazienti lombardi in ossigenoterapia - circa 25.000 - in possesso dello stroller. L’ossigeno verrà fornito alle farmacie dai distributori, garantendo così la possibilità di ricaricare i diversi dispositivi individuali presenti sul territorio lombardo. Il servizio verrà erogato presso le farmacie aderenti, che consentiranno un’adeguata copertura sul territorio lombardo, al fine di poter raggiungere il maggior numero possibile di pazienti. Il costo per l’utilizzatore finale sarà pari a 6 euro per ricarica: un costo necessario affinché il servizio venisse realizzato, che consentirà il raggiungimento dell'obiettivo ultimo, cioè quello di promuovere l'equilibrio tra le necessità imposte dall’ossigenoterapia e un’adeguata qualità della vita del paziente utilizzatore. La possibilità di movimento derivante dall’ausilio della ricarica degli stroller, infatti, garantirà ai pazienti uscite fuori porta, nelle varie provincie lombarde, in piena libertà, e magari spronerà le istituzioni ad emanare i decreti attuativi del provvedimento Cura Italia.

Sportello legale OMaR

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

7 Giorni Sanità

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Nico è così

"Nico è così" - Un romanzo che dà voce ai giovani con emofilia

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni