Farmaci

Si tratta di una chemioterapia innovativa a base di daunorubicina e citarabina

I pazienti affetti da leucemia mieloide acuta (AML) hanno un’arma in più per combattere la malattia. Jazz Pharmaceuticals annuncia la disponibilità in Italia del farmaco Vyxeos®, a base di daunorubicina e citarabina, un trattamento che rappresenta la prima nuova chemioterapia in quattro decenni per la AML correlata alla terapia (t-AML) o la AML con cambiamenti correlati a mielodisplasia (AML-MRC). Il nuovo medicinale ha ottenuto dall’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) il requisito dell’innovazione terapeutica assoluta.

La leucemia mieloide acuta è un tumore del sangue che inizia nel midollo osseo, che produce la maggior parte delle nuove cellule del sangue del corpo umano. Le cellule leucemiche eliminano le cellule sane e si spostano nel flusso sanguigno, dove possono diffondere il cancro ad altre parti del corpo. L'età media alla diagnosi è di 72 anni e la prognosi dell'AML peggiora progressivamente con l'età. In Italia, ogni anno ci sono circa 800 nuovi casi di leucemia mieloide acuta correlata alla terapia (t-AML) e leucemia mieloide acuta con cambiamenti correlati a mielodisplasia (AML-MRC), forme molto gravi che hanno una prognosi molto scarsa e basse possibilità di sopravvivenza rispetto a gli altri pazienti con diagnosi di AML.

Vyxeos è un trattamento innovativo ed è la prima nuova chemioterapia in quattro decenni, per questi tipi di leucemia mieloide acuta ad alto rischio, che ha dimostrato un miglioramento complessivo della sopravvivenza rispetto agli attuali standard di cura”, ha affermato il professor Felicetto Ferrara, MD, direttore del dipartimento di Oncoematologia presso l'Ospedale Cardarelli di Napoli, Italia. "Vi è una reale necessità di nuovi ed efficaci trattamenti, poiché i tassi di risposta alle attuali terapie t-AML o AML-MRC sono sostanzialmente inferiori rispetto a quelli per altri tipi di AML".

Vyxeos è una formulazione liposomiale innovativa composta da due molecole, daunorubicina e citarabina, che vengono rilasciate con un rapporto molare fisso e sinergico. Il medicinale ha ricevuto la designazione di farmaco orfano per il trattamento dell'AML, sia dalla Commissione Europea, nel gennaio 2012, che dalla Food and Drug Administration degli Stati Uniti, nel settembre 2018. Nell'agosto 2018, la Commissione Europea ha approvato Vyxeos per il trattamento degli adulti con t-AML o AML-MRC di nuova diagnosi.
Paola Perrotta

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni