Disability Pride Network

I prossimi appuntamenti saranno a Genova, il 13 maggio, e a Milano, il 10 e 11 giugno

Sabato 15 aprile si è svolto il Disability Pride Torino, il primo di una serie di appuntamenti che porterà il Disability Pride Network, afferente anche all'Alleanza Malattie Rare, a raggiungere diverse città d’Italia, da Nord a Sud. L’appuntamento piemontese è stato promosso dalla Cellula di Torino dell'Associazione Luca Coscioni, in collaborazione con altre 18 realtà cittadine, e ha raccolto circa 700 persone, unite dal comune obiettivo di promuovere una vera e propria rivoluzione culturale in grado di cambiare le percezioni collettive sulla disabilità attraverso la sensibilizzazione di istituzioni, imprese e cittadinanza.

“Sarà una manifestazione volutamente colorata, rumorosa e con un’atmosfera di festa – avevano sottolineato dal Disability Pride Network alla vigilia dell’evento –, che porterà a sfilare sulle strade e nelle piazze del centro città l’orgoglio delle persone con disabilità e neurodivergenti, l’orgoglio di essere e di mostrarsi al mondo per come si è e come si vuole, ognuno e ognuna con il proprio corpo, la propria mente e la propria identità”.

IL DISABILITY PRIDE NETWORK

Il Disability Pride Network (DPN), spiega il sito disabilitypridenetwork.org, è una rete informale costituita da diverse realtà organizzate e da singoli che condividono il comune obiettivo di realizzare un mondo inclusivo. Si tratta di “megafono” per fare sentire potente la voce delle persone con disabilità e di tutti i soggetti che fanno parte delle loro vite.

Al Network aderiscono anche realtà che hanno già organizzato l’evento annuale denominato Disability Pride in altri paesi del mondo e altri che desiderano realizzarlo in futuro. I Paesi che attualmente sono parte del Network sono il Libano, il Senegal e il Venezuela. Inoltre il Disability Pride Network opera in contemporanea con gli organizzatori dei Disability Pride di New York e di Brighton con l’obiettivo di avviare iniziative comuni.

LA NASCITA DEI DISABILITY PRIDE

Il Disability Pride è una manifestazione nata negli Stati Uniti negli anni '90, non solo come una generica iniziativa di sensibilizzazione, ma anche e soprattutto per promuovere una vera e propria rivoluzione culturale in grado di cambiare le percezioni delle disabilità. Il tutto attraverso una progressiva presa di coscienza da parte delle stesse persone disabili, con il supporto di tutti coloro che credono in un mondo dove le pari opportunità, la pari dignità, la coesione sociale e i diritti siano elementi imprescindibili.

In Italia la manifestazione ha visto le sue prime edizioni a partire dal 2015, grazie a un’idea di Carmelo Comisi e al contributo volontario di moltissimi amici.

I primi passi della manifestazione – spiega il sito del Disability Pride Network – sono stati mossi nella provincia di Ragusa e da lì, come evento itinerante, si è tenuto a Palermo e Napoli prima di approdare definitivamente a Roma, dove si è affermato come appuntamento fuori dalle righe per rivendicare l’effettiva inclusione di tutte le persone con disabilità. Oggi infatti, i Disability Pride riempiono le strade dei corpi di persone incomprimibili in un’unica definizione ma che insieme reclamano pari dignità e diritti.

LE MANIFESTAZIONI DEL 2023

Archiviato l’appuntamento torinese, che ha visto, accanto alla tradizionale parata, l’elaborazione di un “manifesto” locale redatto collettivamente da tutte le realtà aderenti, la manifestazione prosegue il suo viaggio lungo la nostra Penisola.

Appuntamento in Liguria, il prossimo 13 maggio, per il primo Disability Pride di Genova, organizzato dalla Community Genova solving for all in collaborazione con la rete nazionale Disability Pride Network e diverse realtà locali, con il patrocinio della Regione Liguria.

La manifestazione torna anche a Milano, il 10 e 11 giugno 2023, dopo il successo della prima edizione, organizzata a luglio dello scorso anno.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni