Sono passati solo 5 anni ma, dal 1996 ad oggi, le modalità di approccio terapeutico alla porpora trombocitopenica immune sono molto cambiate e a testimoniarlo ora ci sono le nuove linee guida appena pubblicate dalla American Society of Hematology su Blood Journal.

I ricercatori della American Society of Hematology (Cindy Neunert, Mark Crowther, Alan Cohen, Lawrence Solberg Jr) hanno effettuato la revisione della letteratura globale e hanno presentato le prove con il sistema GRADE, cioè l’ultimo e più evoluto sistema per la stesura di linee guida.

Nel rivedere le linee guida si è riscontrata anche la necessità di ulteriori studi in molti settori chiave della terapia della ITP, quali: studi comparativi della terapia "front-line" per la ITP, indagini sulla gestione di episodi di grave sanguinamento nei pazienti e altri studi che possano fornire indicazioni su quale trattamento debba essere usato come ‘terapia di salvataggio’ dopo il fallimento di un primo intervento.

Da considerare poi che il panorama della Porpora Trombocitopenica è molto cambiato ora che è stato approvato il primo farmaco specifico per la malattia non a base di cortisone.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni