La malattia interrompe la produzione di insulina nel pancreas

USA - Quasi la metà dei pazienti con fibrosi cistica tende a sviluppare il diabete dopo i 30 anni d’età.  I problemi di iperglicemia e diabete peggiorano ulteriormente la condizione dei pazienti FC, tuttavia la correlazione tra FC e diabete non è stata ancora compresa sufficientemente.


Per questo la University of Iowa Health Care ha avviato uno studio clinico utilizzando un modello animale di fibrosi cistica. La ricerca ha rilevato due anomalie che interessano il pancreas, l'organo che produce l'insulina e che controlla i livelli di zucchero nel sangue. Lo studio dimostra che la fibrosi cistica danneggia progressivamente il pancreas, interrompendo la produzione di insulina. Lo studio ha anche scoperto che la fibrosi cistica interrompe la produzione di insulina nel pancreas anche prima che il danno sia tale da impedirla meccanicamente.

I ricercatori hanno approfondito poi la ricerca grazie a dei furetti geneticamente modificati per sviluppare la fibrosi cistica, osservando che anche i neonati non erano in grado di controllare i picchi di zucchero nel sangue. Lo studio ha dimostrato quindi che il pancreas di questi animali affetti da FC non secerne la quantità appropriata di insulina, avendo un problema con le isole, i gruppi cellulari pancreatici produttori di insulina.

“E’ come se le isole non riescano a percepire in modo adeguato i cambiamenti del livello di zucchero nel sangue – spiega il Dott. Engelhardt, uno degli autori – quindi la produzione di insulina è scarsamente regolamentata. E’ possibile che sia implicata la proteina di canale del cloro, difettosa nei pazienti con FC”.

“In ogni caso la fibrosi cistica causa un secondo problema che è alla base del diabete, indipendentemente dal danno pancreatico strutturale - spiega il Dott. Norris, altro autore della ricerca - In definitiva, questo studio ci permetterà di determinare le cause principali di diabete CF-correlata, e potrà aiutare a orientare lo sviluppo di nuove terapie e strategie preventive".

Lo studio è  pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Investigation.

 

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni