La scoperta darà vita a nuove applicazioni terapeutiche

Correggendo due distinti difetti strutturali è possibile ripristinare la normale funzionalità della proteina CFTR, prodotta del gene mutante responsabile della fibrosi cistica (CF). La scoperta è stata fatta da Gergely Lukacs, professore alla McGill University, che ha pubblicato Il suo studio sul numero di gennaio di Cell.
La Fibrosi cistica è una malattia genetica mortale che colpisce circa 60.000 persone in tutto il mondo ed è causata da mutazioni del gene regolatore della proteina CFTR (Cystic Fibrosis Transmembrane Conductance Regulator), una proteina di membrana coinvolta nel trasporto di ioni e di acqua sulla superficie delle cellule. Come tale, CF è caratterizzata dall' alterata secrezione di cloro che  provoca l'accumulo di muco viscoso che possono causare disfunzioni d'organo multiple, tra cui infezioni polmonari ricorrenti.

La mutazione più comune del CFTR, nota come deltaF508, è causata da una delezione del singolo amminoacido e si traduce in una versione misfolded di CFTR (una proteina che non ha raggiunto la corretta conformazione strutturale) che viene mantenuto all'interno della cellula e degrada rapidamente anziché fungere da canale per il trasporto di cloruro.

Già nel 2005 Lukàcs e il suo team avevano capito che la mutazione deltaF508 non limitava il suo effetto al dominio nucleotide NBD1, uno dei cinque elementi costitutivi della CFTR, ma agisce anche sul dominio NBD2. Usando una combinazione di tecniche di biofisica, biochimica e genetica, il team ha scoperto che solo la correzione simultanea di entrambi i difetti è stata in grado di garantire la normale espressione della superficie delle cellule e la funzione del gene mutante.

"Questi risultati offrono una spiegazione plausibile per la scarsa efficienza dei correttori disponibili attualmente in fase di sperimentazione clinica. Se ci sono due diverse fasi da correggere, è difficile immaginare come un singolo farmaco possa funzionare", ha spiegato Lukacs.

Lo studio è stato in parte finanziato dalla Fondazione Fibrosi Cistica, Cystic Fibrosis Canada, la Canadian Institutes for Health Research (CIHR), Canada Research Chair (CRC) del programma e della Fondazione canadese per l'innovazione (CFI).

 

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni