Il ragazzo ha 16 anni, l’operazione salvavita è stata fatta al Bambino Gesù di Roma

È passato un anno da quando ad un ragazzo umbro, allora quindicenne, affetto da distrofia di Duchenne, fu impiantato un cuore nuovo speciale, un cuore artificiale. Questa particolare operazione, eseguita per la prima volta in un ragazzo così giovane, era stata eseguita all’ dell'ospedale pediatrico Bambino Gesù di Roma dove è tutt’ora seguito con visite periodiche che non gli impediscono però di fare molte delle esperienze dei ragazzi della sua età. Va a scuola – il terzo anno di liceo scientifico – ed è andato anche alle gite scolastiche.

Merito del suo cuore speciale alimentato a batteria. Pesa 400 grammi ed è lungo 4 centimetri. Inserito nel ventricolo sinistro, è collegato con l'aorta ascendente. L'apparecchio è composto da una pompa idraulica attivata elettricamente e inserita dentro il torace. L'alimentazione elettrica arriva da uno spinotto collocato dietro l'orecchio sinistro di S., al quale è collegata la batteria che il paziente porta alla cintura e che dura 10 ore. Ci sono batterie diurne e notturne e i controlli sono periodici, almeno uno ogni mese. I viaggi a Roma insomma sono frequenti, ma senza questo intervento il ragazzo sarebbe probabilmente deceduto visto quanto la malattia aveva compromesso il suo cuore. In questi giorni il ragazzo è di nuovo al Bambino Gesù per e per curare un'infezione all'altezza dell'orecchio dove è collegata la batteria, che ora è stata cambiata.
“Contiamo di dimetterlo nel giro di 10 giorni” ha  precisato Antonio Amodeo, cardiochirurgo e responsabile dell'Unità operativa di assistenza meccanica del Bambino Gesù, ovvero il medico che 365 giorni fa aveva operato.
“E’ stato un anno molto intenso - spiega la mamma. - e ora abbiamo ritrovato un vita normale. Conosciamo il Bambino Gesù da quando mio figlio aveva 6 anni, perchè venivamo qui per curare la distrofia muscolare. Quando l'anno scorso il quadro cardiocircolatorio si è aggravato avevo perso ogni speranza perchè stava molto male. Invece, per fortuna, ore le cose vanno meglio”.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni