Uno studio finlandese ha scoperto ha infatti mostrato una diminuzione dei batteri appartenenti alla famiglia delle Prevotellaceae nel microbioma intestinale di pazienti con Morbo di Parkinson (PD) rispetto a persone sane di controllo.

Questo potrebbe essere un indizio importante sull’insorgenza del morbo di Parkinson. Tuttavia, l’obiettivo più urgente potrebbe essere quello di confermare che i cambiamenti nel microbioma intestinale si verificano prima che i pazienti sviluppano PD. E’ già stato dimostrato infatti che i pazienti con PD tendono ad avere disfunzioni gastrointestinali, costipazione in particolare, e che questi sintomi possono precedere i sintomi motori di diversi anni.

Per approfondire la notizia, leggi qui.

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni