Gilead Sciences ha reso noto che uno studio di Fase 3 di valutazione della terapia combinata a dosaggio fisso sperimentale di emtricitabina e tenofovir alafenamide (200/10 mg e 200/25 mg) (F/TAF) sviluppato per il trattamento dell'infezione da HIV-1 ha raggiunto il suo obiettivo primario.

Lo studio, concepito per verificare l'efficacia e la sicurezza dei regimi terapeutici a base di F/TAF fra pazienti adulti virologicamente soppressi sostituendo i regimi di trattamento dell'HIV contenenti emtricitabina/tenofovir disoproxil fumarato (FTC/TDF) (Truvada), è ancora  in fase di svolgimento

Tenofovir alafenamide  (TAF) è un nuovo inibitore nucleotidico sperimentale della trascrittasi inversa (nucleotide reverse transcriptase inhibitor, NRTI) che ha dimostrato un’elevata efficacia antivirale a un dosaggio pari a meno di un decimo del dosaggio di Viread (tenofovir disoproxil fumarato, TDF), nonché parametri di laboratorio migliori in termini di funzionalità renale e salute ossea rispetto a TDF.

Il dosaggio ridotto di TAF in termini di milligrammi potrebbe consentire la formulazione di nuove combinazioni a dose fissa e regimi monocompressa per il trattamento delle infezioni da HIV, non fattibile con tenofovir.

Approfondisci qui la notizia.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni