Dopo numerose ricerche condotte da sei diverse istituzioni presenti in Canada, Francia e Svizzera in collaborazione con i laboratori della  società biotecnologica francese ABIVAX, è stato pubblicato il nuovo meccanismo d’azione del farmaco sperimentale anti-HIV conosciuto con la sigla ABX464.
I dati sono stati pubblicati sulla rivista Retrovirology. Nel momento in cui il virus HIV infetta la cellula- spiegano i ricercatori- l’enzima trascrittasi inversa del virus trascrive il proprio RNA in DNA, il quale si integra nel DNA della cellula ospite. Inizialmente (fase precoce dell’infezione) vengono espressi i geni regolatori mentre nella fase successiva (tardiva) quelli strutturali, i cui trascritti vengono portati nel citoplasma e lì sottoposti a un solo splicing e alla successiva traduzione proteica. A questo livello interviene una proteina: la proteina  Rev, che si lega ai trascritti e ne facilita il trasporto nel citoplasma.

ABX464 agisce bloccando proprio tale proteina e impedendo che i trascritti arrivino al citoplasma, inibendo quindi l’assemblaggio delle proteine e la formazione delle particelle virali.

Leggi la notizia completa su Pharmastar.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni