Secondo un articolo pubblicato sulla rivista specializzata “Neuro-Oncology”, il temozolomide (TMZ) avrebbe mostrato, nell'ambito di uno  studio italiano multi-istituzionale di fase II, di agire in modo efficace in pazienti in età pediatrica e in giovani adulti affetti da due forme tumorali a carico del Sistema Nervoso Centrale, precedentemente pretrattate in modo aggressivo: il medulloblastoma (MB) e il tumore neuroectodermico primitivo (PNET).
Temozolomide mostrerebbe, inoltre, un tollerabile profilo di tossicità.

Leggi la notizia completa su "Pharmastar" .

 

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Partner Scientifici

Media Partner



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni