Ministro Schillaci e sottosegretario Gemmato

Approvazione decreto tariffe, azioni a tutela dei lavoratori con patologie oncologiche e degli alunni con disabilità, problematiche dei pazienti con cataratta congenita e molto altro

La Conferenza Stato-Regioni, riunitasi mercoledì 19 aprile, ha sancito l’intesa, sullo schema di decreto concernente la definizione delle tariffe dell’assistenza specialistica ambulatoriale e protesica. Dopo la conferenza Stato-regioni, si è tenuta una conferenza stampa con il Ministro della Salute Orazio Schillaci sul “Decreto tariffe” per l’assistenza specialistica ambulatoriale e protesica del Servizio sanitario nazionale (SSN). Il decreto rende pienamente effettivi i nuovi Livelli essenziali di assistenza (LEA), varati con il DPCM 12 gennaio 2017. Qui è disponibile lo schema di decreto.

Le altre tematiche inerenti alle malattie rare affrontate dalla politica sanitaria durante il mese di aprile 2023 sono state le seguenti:


Tutela degli alunni con disabilità: l’interpellanza dell’On. Sportiello

Mercoledì 19 aprile alla Camera dei Deputati, l’On. Sportiello (M5S), ha presentato un’interpellanza rivolta al Ministro dell’Istruzione e del merito, al Ministro per le disabilità e al Ministro della salute.

L'interpellanza è stata presentata al fine di conoscere quali iniziative di competenza i Ministri sopracitati intendano mettere in atto per “porre fine al diniego dei diritti fondamentali dei minori e giovani con disabilità, sia nell'ambiente scolastico sia nei contesti informali e meno istituzionalizzati, al fine di incentivare la loro partecipazione sociale e culturale, nella prospettiva della migliore qualità di vita”.

Il nostro approfondimento sul tema è disponibile qui.

 


Cataratta congenita: presentata interrogazione parlamentare

Martedì 4 aprile, il Sen. Parrini (PD), ha presentato un’interrogazione parlamentare sulle misure volte a promuovere, su tutto il territorio nazionale, la conoscenza della patologia nonché concrete possibilità di diagnosi e trattamento, e per sostenere, anche dal punto di vista economico, le persone affette da cataratta congenita e le loro famiglie.

Quattro i Ministri interrogati: Ministri della salute e per gli affari europei, il Sud, le politiche di coesione e il PNRR. Nel testo dell’interrogazione si legge che ‘la cataratta congenita è una patologia oculare infantile alquanto rara, che colpisce il cristallino rendendolo opaco e dunque riducendo in parte o del tutto la visione; vi si può rimediare mediante la sostituzione chirurgica del cristallino che, tuttavia, non può essere operata nei primi anni di vita; nell'attesa, il bambino deve indossare occhiali specifici o, specie in età molto precoce, utilizzare speciali lenti a contatto;

le lenti Silsoft, a differenza di altri dispositivi in commercio, consentono al bambino un utilizzo prolungato (diurno e notturno) evitando continue sostituzioni delle lenti e così assicurando al bambino una migliore condizione di convivenza con la patologia’. Le scorte di queste lenti però scarseggiano a causa all'impossibilità di soddisfare i requisiti posti dalla normativa dell'Unione europea in materia di produzione e commercializzazione dei dispositivi medici e in particolare alla difficoltà di soddisfare i requisiti della direttiva sui dispositivi medici 93/42/CEE e del relativo regolamento europeo n. 2017/745.

Purtroppo, come sottolinea il Senatore, questa patologia oculare rappresenta una grave fonte di disagio per i bambini che ne sono affetti e per loro famiglie e, pertanto, chiede di sapere ‘

se i Ministri in indirizzo siano a conoscenza di quanto esposto e, in caso affermativo, quali iniziative abbiano avviato o intendano avviare, anche nelle competenti sedi europee, per rendere possibile la ripresa della commercializzazione delle lenti Silsoft in Europa, anche autorizzandola in deroga alle richiamate norme dell'Unione europea; quali iniziative abbia avviato o intenda avviare, in particolare, il Ministro della salute per promuovere, su tutto il territorio nazionale, la conoscenza della patologia nonché concrete possibilità di diagnosi e trattamento, e per sostenere, anche dal punto di vista economico, le persone affette da cataratta congenita e le loro famiglie’.

 


Screening neonatale per la SMA e tutela e lavoratori fragili: presentate due interrogazioni parlamentari

Mercoledì 12 aprile il Senatore Orfeo Mazzella (M5S), membro della X Commissione permanente (Affari sociali, sanità, lavoro pubblico e privato, previdenza sociale), ha presentato quale primo firmatario due interrogazioni parlamentari, l’una indirizzata solo al Ministro della salute, l’altra anche al Ministro del lavoro e delle politiche sociali. Parliamo di due tematiche estremamente delicate e urgenti: l’estensione dello screening neonatale esteso e l’inserimento della SMA nel panel delle patologie rare indagate, e il ripristino del diritto allo smart working per persone in condizione di fragilità causate da patologie rare e croniche.

Clicca qui per leggere il nostro approfondimento sul tema.

 


Lavoratori affetti da malattie oncologiche, invalidanti e croniche: le proposte di legge presentate

Giovedì 13 aprile, alla Camera dei Deputati, è stato avviato l’esame in sede referente ed in I lettura delle proposte di legge recanti disposizioni concernenti la conservazione del posto di lavoro e i permessi retribuiti per esami e cure mediche in favore dei lavoratori affetti da malattie oncologiche, invalidanti e croniche tuttavia concludersi, anche a causa della chiusura anticipata della legislatura.

La prima è proposta di legge a prima firma dell’On. Gatta (FI) recante: «Disposizioni concernenti la conservazione del posto di lavoro e i permessi retribuiti per esami e cure mediche in favore dei lavoratori affetti da malattie oncologiche, invalidanti e croniche» (C. 844). Il testo della pdl è disponibile qui.

La seconda è la proposta di legge presentata dall’On. Comaroli (Lega) recante: «Disposizioni concernenti la conservazione del posto di lavoro e i permessi retribuiti per esami e cure mediche in favore dei lavoratori affetti da malattie oncologiche, invalidanti e croniche» (C. 202). Il testo è disponibile qui.

La terza è la proposta di legge a prima firma dell’On. Serracchiani (PD) e recante: «Disposizioni concernenti la conservazione del posto di lavoro e i permessi retribuiti per esami e cure mediche in favore dei lavoratori affetti da malattie oncologiche, invalidanti e croniche» (C. 153)Il testo è disponibile a questo link.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni