Durante la seduta del 28/10 della Commissione Politiche Sociali e Salute del Lazio, presieduta da Rodolfo Lena (Pd), i rappresentanti della Lega italiana Fibrosi Cistica Lazio onlus sono intervenuti per denunciare le criticità del Centro regionale di riferimento presente presso il policlinico Umberto I, che attualmente segue circa 500 pazienti.
Il 60% di questi pazienti è di età adulta, ma il reparto del Centro è incardinato all’interno della pediatria. Le esigenze dei pazienti adulti sono però essenzialmente diverse da quelle dei pediatrici: un reparto ad hoc, più assistenza domiciliare, programmi diretti al trapianto d'organo. Progetti finanziati dalla Regione in tal senso negli ultimi anni hanno subito delle restrizioni, tanto da ingenerare apprensione da parte della Lega e dei malati stessi, che oggi chiedono un rifinanziamento, la creazione di un reparto per adulti con 10 posti letto, la stabilizzazione del personale operante nel Centro di riferimento dell'Umberto I, un incremento organico calcolato sulla base del numero attuale di pazienti trattati.

A conclusione della seduta il presidente Lena si è impegnato a inviare una lettera, a nome di tutta la Commissione, alla struttura commissariale per verificare che all'interno dell'atto aziendale del policlinico Umberto I siano inseriti 10 posti letto aggiuntivi per adulti all'interno del Centro e per ribadire l'importanza della assistenza domiciliare per i malati di fibrosi cistica. Nel contempo, verrà richiesto alla Regione di continuare ad erogare il contributo pari a 50mila euro annui.

 

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR - Sito ufficiale

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni