Al via una campagna per conoscere l’angioedema ereditario. Twitta e posta #angioedema #conosciHAE

Roma - ‘Quando ho scoperto di avere l’angioedema ereditario avevo 24 anni. Insegnavo a scuola e avevo 2 figli, una famiglia di cui occuparmi. Mi riempivo di edemi sul corpo, mi gonfiavo, ma nessuno sapeva spiegarmi cosa fosse. Di questa malattia non si sapeva nulla, vivevamo nell’ignoranza e nella vergogna.’  Sono le parole di Maria Assunta, che oggi di anni ne ha 65 e finalmente è serena rispetto ad una malattia alla quale è riuscita a dare un nome – angioedema ereditario (HAE) - una spiegazione e una corretta terapia.

L’angioedema ereditario (HAE) è una patologia rara e gravemente disabilitante che in Italia colpisce più di 1000 pazienti. È una malattia genetica causata dall’assenza di una proteina del sangue, il C1 inibitore. Da ciò deriva la formazione di gonfiori (edemi) sulla pelle, nelle mucose e negli organi interni. Solitamente gli attacchi si risolvono spontaneamente, ma senza una corretta terapia alcuni casi possono essere fatali.

Per questo è fondamentale conoscere la malattia, che troppo spesso viene scambiata per una inspiegabile allergia. Osservatorio Malattie Rare lancia quindi la campagna ‘Angioedema ereditario: conoscerlo per comprenderlo

La campagna, resa possibile grazie alla collaborazione dell’associazione italiana pazienti A.A.E.E. onlus e realizzata grazie al contributo incondizionato di Shire, diffonderà strumenti utili alla conoscenza di questa patologia e supporterà la giornata mondiale dedicata all’angioedema ereditario, che ricorre il 16 maggio.
Racconteremo le storie di chi convive con la malattia, presenteremo i centri italiani specializzati nella diagnosi e terapia, faremo informazione per vincere la paura e superare il pregiudizio.

Perché con una corretta terapia la malattia si può tenere sotto controllo. Con la terapia giusta i pazienti non devono più rinunciare a una vita sociale, familiare e sportiva attiva. Gestire correttamente le emergenze, sapere cosa fare al momento del bisogno è però fondamentale.

Per questo chiediamo di seguirci su www.osservatoriomalattierare.it/angioedema-ereditario, sui nostri social twitter @OssMalattieRare e Facebook.

Condividete i nostri contenuti usando gli hastag #angioedema #conosciHAE #knowangioedema.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni