Ipofosfatemia

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Distrofia di #Duchenne : intervenire precocemente significa concedere ai piccoli pazienti una vita più lunga e di migliore qualità. Il prof. Nigro del @Tigem_Telethon ci spiega in che modo si effettua la diagnosi. bit.ly/2MwURyO
About 13 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Accompagnare i genitori a riconoscere i principali segnali delle #malattieneuromuscolari e invitarli a sottoporre regolarmente i figli alle visite dei bilanci di salute dal proprio pediatra di famiglia. L'obiettivo del progetto PETER PaN promosso @FimpP . bit.ly/35QQg2i
About 15 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #PlayDecide , una innovativa modalità che aiuta ad affrontare le criticità. Un gioco-dibattito certificato dalla Commissione Europea e applicato nell’ambito del Forum Sistema Salute, per la gestione di alcune #malattierare . bit.ly/2o2XrDo
About 17 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare “Più unici che rari. Storie dei ragazzi della III C.” La campagna educativa, ideata e promossa da @progettiedu in collaborazione con @SanofiGenzymeIT per promuovere il valore della diversità nelle scuole. bit.ly/2J6Vltm pic.twitter.com/j5dQkZYRxa
About 19 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Cos'è uno studio clinico e quali sono le condizioni perché un farmaco sperimentale entri in commercio? Il Webinar sulla Malattia di #Huntington organizzato da @LirhOnlus Online lunedì 21 ottobre Ore 17:00 Scopri come partecipare! bit.ly/2oUp5CV pic.twitter.com/43YvOaOPr9
3 days ago.

Con una iniezione ogni due mesi il Canakinumab riduce le febbri periodiche

E’ oggi disponibile il primo trattamento approvato in Italia per le CAPS, un gruppo di malattie di origine genetica caratterizzato da febbri rare ricorrenti che colpiscono una persona su un milione e insorgono prevalentemente in età pediatrica. Il farmaco, presentato questa mattina a Milano dalla Novartis, è un anticorpo monoclonale in grado di agire in modo selettivo e mirato contro l’interleuchina 1 beta (IL-1beta), un segnale infiammatorio che viene iper-prodotto e attivato permanentemente nei ‘malati di febbre’.

La causa è una mutazione genetica della criopirina, una delle proteine che regolano la risposta immunitaria dell’organismo contro gli agenti esterni e il conseguente rilascio di segnali infiammatori.
“La criopirina è parte del sistema di controllo dell’IL-1beta – spiega Fabrizio De Benedetti, responsabile della U.O.C. Reumatologia dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù di Roma – L’anomalia genetica genera uno stato permanente di attivazione e rilascio dell’IL-1beta: questa molecola è, da un lato, fondamentale per attivare la risposta immunitaria che ci protegge dalle infezioni ma, dall’altro, un suo rilascio cronico può determinare l’insorgenza delle CAPS. Si parla infatti di sindromi autoinfiammatorie, ovvero patologie in cui l’attivazione della risposta infiammatoria è incontrollata e genera danni all’organismo stesso”.
La terapia con Canakinumab, questo il nome del farmaco, è ‘target-based’, cioè riconosce e colpisce solo il bersaglio IL-beta.
“Il farmaco agisce, in sostanza, come una sorta di inibitore che blocca le manifestazioni della patologia in modo rapido e duraturo – afferma Alberto Martini, Ordinario di Pediatria e Direttore della Pediatria II e Reumatologia dell’Istituto G.Gaslini di Genova - Oltre a neutralizzare il segnale infiammatorio, il trattamento ne riduce anche la produzione, per cui la quantità di IL-1beta nell’organismo del paziente con CAPS viene riportata entro i parametri di normalità.”
Abbassare i livelli di IL-1beta significa spegnere i sintomi associati all’infiammazione cronica come le febbri ricorrenti, i rush cutanei, i dolori articolari, le infiammazioni delle meningi. La terapia con l’anticorpo monoclonale, il cui studio di ricerca è stato pubblicato sul New England Journal of Medicine, determina una remissione dei sintomi nei pazienti con CAPS già nel giro di pochi giorni dalla somministrazione per via sottocutanea.
L’efficacia del farmaco molecolare è anche duratura: il miglioramento del quadro clinico, infatti, può essere ottenuto con una sola iniezione ogni due mesi. Una svolta importante per i pazienti affetti da febbri ricorrenti che, fino a oggi hanno potuto contare solo su cortisonici e anti-infiammatori, terapie non definitive in grado di alleviare solo temporaneamente i sintomi.

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 

Multichannel Project Partner

logo fablab

La partnership OMaR/CGM fablab ha come obiettivo l'ideazione e realizzazione di progetti di comunicazione, rivolti a pazienti, medici e farmacisti, che uniscano la competenza scientifica specializzata di OMaR agli esclusivi canali digitali di CGM.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni