Buonasera Dottore, sono alla dodicesima settimana ma alla settima settimana ho analizzato il citomegalovirus ottenendo i seguenti risultati al Gemelli: IGG > 180 U/mL (> 14 positivo), IGM 28.6 U/mL (> 22 positivo), avidità 0.294 (>0.250 ALTA). Sembra che sia un'infezione pregressa ma che ha lasciato una cicatrice nelle IGM perché soffro di malattie autoimmuni (gastrite atrofica autoimmune, tiroidite). Questi valori possono avere ripercussioni sul mio bambino?

Federica

RISPONDE il Prof. Giovanni Nigro, Pediatra Virologo, esperto di CMV pre e postnatale

Federica, le IgM anti-CMV potrebbero essere falsamente positive a causa dei suoi problemi immunitari. Ma potrebbe esserci stata una riattivazione/reinfezione, per cui le consiglio di ripetere le analisi anticorpali nel laboratorio iniziale insieme a CMV DNA in sangue e urine. Se i risultati sono simili, si confermerebbe una falsa positività, altrimenti una riattivazione, che in rari casi può comportare infezione fetale.

Prof Giovanni Nigro

Clicca qui per conoscere le norme di prevenzione di base del cmv. 

Per saperne di più vai alla sezione CITOMEGALOVIRUS CONGENITO.

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Compila il modulo sottostante per un parere dell'Esperto

Prima di compilare la vostra richiesta è necessario prendere visione dell'Informativa sulla Privacy.
captcha
Ricarica
I dati inseriti in questo modulo sono utilizzati esclusivamente per fornirvi le informazioni richieste.
Questi dati non vengono in nessun modo trasmessi a terzi o impiegati per altri scopi.
Maggiori informazioni sulla nostra Privacy Policy le potete trovare in in questa pagina.

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni