Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Persone non solo Pazienti, una piattaforma di dialogo promossa da Fondazione Roche insieme a 16 Associazioni Pazienti afferenti a diverse patologie a forte impatto sociale. 26 Settembre, Roma bit.ly/2pyye0P pic.twitter.com/BcBQejaqOS
About 1 hour ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Lo studio internazionale coordinato dal Policlinico Gemelli IRCCS @Unicatt #Fibrosipolmonareidiopatica bit.ly/2O4gI2r pic.twitter.com/oJj4HstV16
About 2 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare SMA: un libro bianco svela il dietro le quinte della rivoluzione in atto. 26 Settembre 2018, Milano. bit.ly/2oX3fez
About 6 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare XXII Congresso Nazionale SIMRI (Società Italiana per le Malattie Respiratorie Infantili) @pediatria_simri 27-29 Settembre 2018, Pisa bit.ly/2MFmx1p pic.twitter.com/Ds3MBJdNhH
About 19 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #Duchenne : nel 2019, verrà richiesto un ulteriore parere scientifico sul possibile percorso da seguire per mettere il farmaco a disposizione dei pazienti in Europa, così come avviene negli Stati Uniti. bit.ly/2QV8us6 pic.twitter.com/XroCj4eDrq
About 20 hours ago.

Lo studio sarà condotto in Germania con l’obiettivo di valutare la sicurezza e l’efficacia di CTX001, trattamento sperimentale basato sull’editing genomico

Lo scorso dicembre, Vertex e CRISPR Therapeutics avevano avanzato formale richiesta per poter avviare, nel 2018, una doppia sperimentazione clinica con CTX001: una in Europa, per la beta talassemia, e un’altra negli Stati Uniti, per l’anemia falciforme. Mentre la FDA ha provvisoriamente sospeso la richiesta di autorizzazione per il trial statunitense, da parte europea è invece arrivato il semaforo verde, e l’avvio dello studio clinico è stato ufficializzato con la sua pubblicazione, lo scorso 31 agosto, sul sito clinicaltrials.gov.

La beta talassemia, patologia degenerativa che rientra nelle emopatie ereditarie recessive è causata da una mutazione nel gene HBB che riduce la sintesi di emoglobina, con un conseguente grave difetto di trasporto dell'ossigeno nel sangue. La beta talassemia trasfusione-dipendente richiede trasfusioni croniche di sangue a vita, trasfusioni che sono essenziali per la sopravvivenza ma che sono anche associate a gravi complicazioni mediche, come l'insufficienza d'organo da sovraccarico di ferro.

La terapia sperimentale CTX001 nasce da una collaborazione, stipulata tre anni fa, tra Vertex e CRISPR Therapeutics per lo sviluppo e la commercializzazione di trattamenti di editing genomico, basati sull’innovativa tecnologia CRISPR-Cas9, che siano in grado di correggere specifici difetti genetici noti per essere causa di particolari malattie.

Piuttosto che correggere direttamente la mutazione sul gene HBB, i ricercatori hanno deciso di sviluppare una terapia che andasse a colpire una regione del DNA che agisce, normalmente, come un freno sulla produzione di una forma di emoglobina, chiamata emoglobina fetale (Hbf). L’emoglobina fetale è naturalmente presente alla nascita e, con la crescita, viene sostituita dalla forma adulta. L’obiettivo è quindi di aumentare i livelli di HbF per poter compensare la carenza di emoglobina, e ridurre così il carico trasfusionale nei pazienti con beta talassemia. Nello specifico, CTX001 è una terapia cellulare che sfrutta la tecnologia CRISPR in modalità “ex vivo”: le cellule staminali ematopoietiche vengono prelevate dal paziente, modificate geneticamente con CRISPR-Cas9 per produrre elevati livelli di emoglobina fetale e reintrodotte nel paziente stesso.

Lo studio clinico che si terrà in Europa è di Fase I/II, e verrà condotto in aperto, senza placebo, per valutare la sicurezza e l’efficacia di CTX001 in pazienti con beta talassemia. Il trial si svolgerà in un unico centro clinico in Germania, l’Ospedale di Regensburg, e prevede l’arruolamento di 12-30 pazienti con diagnosi di beta talassemia trasfusione-dipendente e con età compresa tra i 18 e i 35 anni. L’endpoint primario dello studio è la percentuale di pazienti in grado di raggiungere una riduzione delle trasfusioni per almeno sei mesi.

"Questa è la prima sperimentazione clinica al mondo con CRISPR sponsorizzata da aziende statunitensi”, ha dichiarato Heather Nichols, portavoce di Vertex. “Si tratta di un passo importante per il percorso che ha come obiettivo di fornire questa nuova tecnologia ai pazienti con malattie gravi come la beta talassemia e l’anemia falciforme. Siamo entusiasti di trovarci in prima linea in quello che riteniamo possa essere un cambiamento fondamentale nel trattamento della malattia".

Per maggiori informazioni sulla malattia, visita la nostra sezione dedicata alla TALASSEMIA.

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni