Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare La mancanza di una cura rende inutile lo screening prenatale per il #Citomegalovirus ? Uno studio sostiene di no. Ne abbiamo parlato con la prof.ssa Lazzarotto parte del gruppo di esperti internazionali che ha pubblicato la ricerca. bit.ly/3au1T1i
About 3 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare C’è tempo fino al 3 febbraio per partecipare ad #AMGENScholars . Gli studenti selezionati in tutta Europa, potranno frequentare i più rinomati atenei e lavorare per due mesi su progetti in ambito biomedico e biotecnologico. @AmgenFoundation bit.ly/30DsioO
About 4 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare La Germania prima in Ue ad approvare la #terapiagenica per la #betatalassemia . Il trattamento offre ai pazienti la possibilità di diventare indipendenti dalle trasfusioni, una condizione che ci si aspetta sia mantenuta per tutta la vita. bit.ly/2RagyXR
About 6 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Grazie ad un lavoro di squadra tra specialisti del @bambinogesu e dell’Ospedale di Circolo di Varese, sono state scoperte due rarissime malattie genetiche in tre bambini italiani. bit.ly/2uUhTJG
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Arriva l’autorizzazione al commercio per il farmaco destinato al trattamento dell’ #osteoporosi . La terapia è in grado sia di aumentare la formazione ossea che di ridurre la perdita di massa ossea. bit.ly/35UW7m0
3 days ago.

Il  giovane, con una rara malformazione chiamata anomalia di Ebstein, era arrivato a Le Scotte in condizioni terminali

 

Intervento salvavita al cuore unico in Toscana per un ragazzo rumeno di 14 anni, colpito da una rara cardiopatia congenita. Il traguardo è stato raggiunto dal Dipartimento Cuore, Vasi e Torace del policlinico Santa Maria alle Scotte, diretto dal dottor Roberto Favilli, grazie ad un particolare e complesso intervento cardiochirurgico effettuato dall’èquipe coordinata dal professor Mario Chiavarelli, direttore della Cardiochirurgia, coadiuvato dai dottori Gianni Capannini e Roberto Ceresa, dalla dottoressa Silvia Maffei per l’ecocardiografia intraoperatoria e dagli anestesisti della Terapia Intensiva Cardiotoracica, diretta dalla professoressa Bonizella Biagioli.

“Si tratta di un intervento di riparazione della valvola tricuspide, tra atrio e ventricolo destro – continua Chiavarelli – per trattare la grave insufficienza cardiaca dovuta alla malformazione congenita della valvola, conosciuta come anomalia di Ebstein”. L’ostacolo al flusso sanguigno, dovuto al malfunzionamento della valvola, influenzava i polmoni che ricevevano una quantità di sangue appena sufficiente; il ventricolo sinistro era inoltre schiacciato dal destro e non riusciva a distribuire sangue a tutto il corpo.
“Abbiamo effettuato una riparazione della valvola – prosegue Chiavarelli - che utilizza quattro tecniche diverse, in modo da lasciare la valvola nativa ed evitare le complicanze di una protesi”. Questa soluzione fa aumentare il passaggio di sangue attraverso il ventricolo destro, i polmoni e le cavità sinistre del cuore, consentendo una normalizzazione del flusso sanguigno che raggiunge il corpo. “Il paziente – aggiunge Favilli – è arrivato al pronto soccorso in condizioni gravissime, lo abbiamo ricoverato in cardiologia per circa venti giorni e abbiamo fatto in modo che le sue condizioni si stabilizzassero per poi poter procedere con l’intervento”.
L’anomalia di Ebstein colpisce un neonato su 200.000 ma solo in alcuni casi è possibile riparare la valvola tricuspide, data l’alta complessità dell’intervento. “La delicata operazione – conclude Chiavarelli - ha creato una nuova situazione cardiaca e, nel postoperatorio, il nuovo equilibrio del sistema cardiovascolare è stato supportato per diversi giorni da un team multidisciplinare di medici, infermieri, fisioterapisti e tecnici. Il paziente è stato dimesso e le sue condizioni di salute sono buone. Un traguardo importante che è il risultato di un ottimo lavoro di squadra”.

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 

Multichannel Project Partner

logo fablab

La partnership OMaR/CGM fablab ha come obiettivo l'ideazione e realizzazione di progetti di comunicazione, rivolti a pazienti, medici e farmacisti, che uniscano la competenza scientifica specializzata di OMaR agli esclusivi canali digitali di CGM.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni