Il monito dalla MHRA inglese dopo uno studio condotto però solo sul modello animale

Dalla Medicines and Healthcare Products Regulatory Agency (MHRA) inglese arriva un avvertimento: "Le donne devono evitare di assumere farmaci durante la gravidanza se non strettamente necessario e devono parlare con il loro medico, ostetrica o farmacista prima di farlo. Il paracetamolo è generalmente considerato come un trattamento sicuro per alleviare il dolore durante la gravidanza, ma dovrebbe essere preso alla dose più bassa possibile per il minor tempo."

 

Il monito giunge in seguito a uno studio, pubblicato su Scientific Reports, condotto su alcune femmine di topo che hanno ricevuto paracetamolo e indometacina durante la gestazione, generando topi meno fertili rispetto a quelli di controllo. Gli scienziati dell'Università di MRC Centro di Edimburgo per la salute riproduttiva hanno anche osservato che i topi natri dalla gestazione in cui c'è stata assunzione farmacologica si sono dimostrati meno fertili.

Certo ciò non significa che per gli umani gli effetti siano gli stessi, ma probabilmente si tratta di un motivo sufficiente per prestare maggior attenzione al consumo di antidolorifici in gravidanza.

Articoli correlati

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni