La sperimentazione rientra nel progetto  “ Interreg IV” che coinvolge l’Ospedale di Bolzano

L’Università di Salisburgo, con la collaborazione dell’Ospedale di Bolzano, ha condotto un progetto interregionale dedicato ai “bambini farfalla”, affetti da Epidermiolisi bollosa. Il progetto prevede il trattamento dei piccoli pazienti con la terapia genica, e ha ottenuto risultati promettenti.

I risultati e le esperienze del progetto Interreg IV sono stati presentati il 5 aprile a Palazzo Widmann dal presidente della Giunta provinciale Luis Durnwalder, l'assessore sanità Richard Theiner, il primario Klaus Eisendle dell'Ospedale di Bolzano, Johann Bauer, direttore della ricerca nel settore della dermatologia alla clinica universitaria di Salisburgo, Guido Bocher vicepresidente dell'Associazione DEBRA Alto Adige ed Anna Faccin, paziente affetta da Epidemiolisi bollosa. Il costo complessivo del progetto è di circa 1 milione di euro, circa la metà sono stati messi a disposizione dalla Provincia di Bolzano.

Il primario di dermatologia dell'Ospedale di Bolzano, Klaus Eisendle, ha specificato che la terapia genica viene realizzata attraverso un prelievo di cellule cutanee dal paziente, l'inserimento di un gene vettore, la moltiplicazione di queste cellule in laboratorio ed il successivo trapianto nel paziente. Grazie a questa nuova tecnica sono stati realizzati dei risultati incoraggianti per il trattamento della malattia.

L''Epidermolisi bollosa è una malattia rara che colpisce un bambino su circa 82.000 nati, caratterizzata dall’estrema fragilità della cute e delle mucose, associata alla tendenza a formare bolle, vesciche e scollamenti della cute e delle mucose, che si riempiono di siero, dovuti a traumi o frizioni anche minimi.

In Alto Adige sono i trenta bambini affetti da questa rara patologia.

 

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni