Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare Per poter intervenire nei tempi giusti, bisogna prima comprendere di essere in presenza di una #neoplasiaendocrina multipla. In tal caso, il compito del medico di famiglia è quello di fare in modo che il paziente giunga presto da uno specialista. www.osservatoriomalattierare.it/tumori-neuroendocrini-net/14465-neoplasie-endocrine-multiple-cruciale-che-il-paziente-giunga-presto-dallo-specialista
About 16 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Gli #ExtraLEA dovrebbero essere un diritto dei malati rari, anche per chi risiede in Regioni sottoposte a Piano di rientro. Lo Sportello Legale OMAR fa chiarezza sulla questione e propone una possibile soluzione. bit.ly/2SwgtiW pic.twitter.com/K9rvStb5sv
11 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Una sindrome rarissima con soli 21 casi al mondo. L'unico italiano è l'undicenne Alex. #XLPDR , disturbo reticolare della pigmentazione legato all'X. Aiutaci a diffondere la conoscenza di questa patologia, spesso diagnosticata come #FibrosiCistica . bit.ly/2WGo7Gu pic.twitter.com/jwWjXF3J6B
11 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Il ministro della Salute ha rinnovato il Consiglio Superiore di Sanità. Tra le nuove nomine Bruno Dallapiccola, Giulio Cossu, Andrea Giustina, membri del comitato scientifico di OMaR ai quali auguriamo un buon lavoro! bit.ly/2DXk8hx pic.twitter.com/vZlr0dyEbl
12 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Potrebbe trattarsi del caso più famoso di falsa diagnosi di morte mai accertata. Né infezione, né avvelenamento, ma una malattia neurologica che lo paralizzò per sei giorni: la sindrome di #GuillainBarr%C3%A9 . La nuova teoria sulla morte di Alessandro Magno. bit.ly/2GdpQy2
12 days ago.

“E’ un passo importante – dice la vice presidente AISMME (Associazione Italiana Sostegno alle Malattie Metaboliche Ereditarie) facendo riferimento ai fondi stanziati dalla Puglia per procedere con l’allargamento degli screening neonatali - che permetterà ai nuovi nati pugliesi di individuare precocemente patologie rare e molto gravi, come la fibrosi cistica e le malattie metaboliche. Le famiglie pugliesi – continua Manuela Pedron – fino ad oggi non avevano la possibilità di fare il test di screening se non per due patologie, l’ipotiroidismo e la fenilchetonuria, per questo spesso abbiamo raccolto richieste di aiuto di famiglie che per effettuare il test dovevano percorrere chilometri. Grazie anche al tenace lavoro dell’associazione A.ME.GE.P, che da anni opera sul territorio pugliese, sensibilizzando cittadini e istituzioni, a breve lo screening neonatale allargato sarà realtà anche in Puglia”.


AISMME, da sempre impegnata nella battaglia per rendere obbligatorio lo screening neonatale allargato, ribadisce oggi più che mai la necessità di un coordinamento a livello nazionale che si faccia carico della politica sui test neonatali. “La necessità di un coordinamento nazionale è ormai innegabile, vista grande diseguaglianza tra le regioni italiane – continua Pedron - Ad oggi vengono ‘screenati’ 150.000 sui quasi 600.000 bambini che nascono ogni anno, una copertura soltanto del 25 per cento. Sono troppe le famiglie private della possibilità di agire sulla malattia dei propri figli prima che ne compaiano i sintomi. Un semplice prelievo di sangue può infatti prevenire la grave disabilità derivante dalle malattie metaboliche. I dati della Toscana che ha lo screening allargato obbligatorio: su 285.000 bambini screenati sono stati identificati 166 bambini affetti, cioè 1 su 1.700 nati ”

“A tal proposito ricordiamo – conclude Pedron – che il Ministero della Salute ha nominato un gruppo di lavoro dedicato proprio all’argomento screening, al quale prenderanno parte anche le associazioni di pazienti tra cui la Federazione Malattie Rare UNIAMO, della quale facciamo parte. Oltre alla Dott.sa Domenica Taruscio, direttore del CNMR, alla Prof.sa Paola Facchin, Coordinamento Malattie Rare della Regione Veneto,  e al Dott. Roberto Cerone Presidente SIMMESN Società Italiana Malattie Metaboliche Ereditarie e Screening Neonatali, speriamo che anche le associazioni come la nostra possano essere parte attiva di un processo decisionale così importante e delicato come quello inerente allo screening neonatale.”

 



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni