Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare “MeV” il cane supereroe che aiuterà i piccoli pazienti ad affrontare con forza e coraggio la malattia. Una fiaba illustrata da tecnici sanitari della @Fond_CNAO bit.ly/2TpXSkX
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #HIV : arrivano nuovi dati sull'efficacia e sicurezza della combinazione BIC/FTC/TAF negli adolescenti e nei bambini a partire dai 6 anni con soppressione virologica. bit.ly/2URkxZ0
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #IctusCerebrale in aumento tra i giovani. Tra le cause una maggiore diffusione dell’abuso di droghe e alcol. bit.ly/2Cy4uYS pic.twitter.com/0BIojN8IZf
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare #DifendiunDiritto , la campagna di @AISM_onlus a tutela dei pazienti che a seguito di due provvedimenti del @MinisteroSalute avrebbero difficoltà di accesso alle prestazioni di riabilitazione. bit.ly/2HBNLI4 pic.twitter.com/YboZxYqQHr
2 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Attendono da anni che la loro patologia venga inserita nell'elenco delle #malattierare . Sono le persone affette da #SindromediSj%C3%B6gren . A breve potrebbe arrivare una proposta di legge. @ANIMaSS05 bit.ly/2Cs0lpl pic.twitter.com/L8UD29qWbX
2 days ago.

La conferma dell’utilità di questo procedimento viene da uno studio inglese pubblicato su Blood

Arriva dalla prestigiosa rivista scientifica Blood l’ennesima conferma che fare gli screening neonatali, cioè a poche ore dalla nascita del bambino ed indipendentemente dalle apparenti condizioni di salute, comporta grandi benefici. Il primo, naturalmente, è quello per la salute stessa del neonato. La nuova conferma riguarda una patologia rara poco nota, l’immunodeficienza combinata grave che, soprattutto se non diagnosticata, porta ad una serie di infezioni dei primi mesi di vita e non raramente alla conseguente morte del bambino.

Attualmente uno dei migliori trattamenti contro questa malattia è il trapianto di cellule staminali ematopoietiche – quello che spesso viene impropriamente chiamato ‘trapianto di midollo’ -  la riuscita dipende naturalmente dalla compatibilità del donatore e dalla condizione del bambino ma è comunque la migliore opportunità terapeutica che può essere offerta a questi bambini.
E qui entra lo screening neonatale: uno studio appena condotto in Inghilterra dimostra, infatti, che arrivano in migliori condizioni al trapianto, e dunque hanno una maggiore sopravvivenza, i bimbi che prima hanno avuto una diagnosi precoce, e dunque neonatale, e ai quali probabilmente questa conoscenza da parte di medici e genitori avrà comportato una maggior protezione dalle infezioni.

Lo studio, di tipo retrospettivo, è stato guidato dalla dottoressa Lucinda Brown e condotto da una equipe di ricercatori afferenti a diversi centri: alcuni del dipartimento di immunologia clinica del Great Ormond Street Hospital National Health Service Trust di Londra, altri del dipartimento di immunologia clinica e trapianti del Newcastle General Hospital ed altri ancora del centro per le immunodeficienze dell’UCL Institute of Child Health di Londra.
I ricercatori sono andati a comparare appunto la sopravvivenza dei bambini che avevano avuto la diagnosi alla nascita con quelli di coloro che l’avevano invece avuta in un tempo successivo. Alla fine dell’analisi è risultato che il tasso di sopravvivenza tra chi aveva beneficiato della diagnosi neonatale era del 90 per cento contro il 40 per cento degli altri bambini, un risultato che indica dunque in maniera chiara come la diagnosi neonatale significhi moltissimo in termini di sopravvivenza.

Articoli correlati



GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esentabili.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida.

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni