È in corso oggi presso l’ospedale di Città di Castello, in Umbria,  il primo seminario regionale di Reumatologia Pediatrica.  L’incontro promosso e coordinato da Corrado Rossetti, direttore aziendale dell‘unità operativa di pediatria della ASL1, si avvarrà del contributo di due docenti che rappresentano l'eccellenza della reumatologia italiana: Fernanda Falcini, che per tanti anni ha diretto la Reumatologia dell'Ospedale Meyer di Firenze, ed Elisabetta Cortis, della Reumatologia dell'Ospedale Bambino Gesù di Roma. L’appuntamento scientifico, accreditato dalla professionalità e dall’esperienza dei docenti, rappresenta un ulteriore passo in avanti verso la costituzione del Gruppo Umbro di Reumatologia Pediatrica che, coordinato dall’attuale direttore di pediatria aziendale della ASL1 Corrado Rossetti, rientra nell'ambito delle attività della rete regionale dell'Età Evolutiva e Materno-Infantile coordinata da Giuseppe Castellucci, direttore della pediatria aziendale della ASL3. Gli obiettivi del Gruppo Regionale Umbro di Reumatologia Pediatrica sono quelli di uniformare in ogni reparto pediatrico dell’Umbria i percorsi diagnostico-terapeutici per le varie patologie reumatologiche. Ciò rappresenta, oggi, un aspetto molto rilevante di patologie pediatriche - come l'artrite idiopatica giovanile oligo e poliarticolare, la dermatomiosite, la sclerodermia, il Lupus, le artriti infettive e altre forme più tipiche dell'età pediatrica - che sono malattie non frequenti ma croniche o comunque protratte e molto impegnative, che richiedono un approccio particolare nei confronti del bambino, capace di garantire un’assistenza qualificata nella fase diagnostica e per tutto il decorso.
“Con la costituzione del Gruppo Regionale Umbro di Reumatologia Pediatrica - spiega Corrado Rossetti - in questi anni abbiamo cercato di creare sinergie e di mettere in rete, in termini di professionalità, conoscenza, esperienza, tutte le risorse regionali ed extraregionali al fine di ottimizzare l’assistenza ai bambini con questo tipo di patologie. Ovunque, nel territorio regionale, arrivi un bambino con una patologia reumatica, i pediatri dovranno essere in grado di approcciare il caso secondo protocolli condivisi e appropriati e dovrà poter contare sul supporto del Gruppo Regionale attraverso consulenze specifiche per i casi più rari o complessi che dovessero presentarsi. In tal senso il seminario servirà a consolidare i rapporti di collaborazione, attivi già da anni, con le due specialiste, Fernanda Falcini del Meyeri Firenze ed Elisabetta Cortis del Bambino Gesù di Roma, in termini di consulenza clinica”.
Sarà presente al seminario anche Filippo Ciavaglia, rappresentante dell’A.M.U.M.R.I, l’associazione umbro-marchigiana dei genitori dei bambini con problematiche reumatologiche nata nel 2008 nell'Ospedale Pediatrico G. Salesi di Ancona e con una sede in Umbria all’Ospedale di Foligno, che ha un importante ruolo nel supportare le attività della reumatologia sul territorio regionale.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Libro bianco sulla malattia polmonare da micobatteri non tubercolari



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni