Ipofosfatemia

Iscriviti alla Newsletter

Ultimi Tweets

OssMalattieRare
OssMalattieRare #Duchenne , sollevati dubbi di sicurezza sul farmaco golodirsen. L'azienda è già pronta a reagire e incontrarsi con Food and Drug Administration degli USA. bit.ly/2Hk6UfQ pic.twitter.com/lEpa6cQK2o
About 14 hours ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Un team dell’Istituto Nazionale Tumori Regina Elena ha pubblicato di recente, sulla rivista Journal of Neuro-Oncology, i risultati di uno studio in Fase II che mostrano i benefici di un chemioterapico su pazienti con glioma maligno in recidiva. #Cancro bit.ly/2NiVcGl pic.twitter.com/8mWd51boZx
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Le #malattierare sono tali solo singolarmente: in totale colpiscono oltre 350 milioni di persone in tutto il mondo, di cui circa la metà sono bambini. "Collaborazione" è il metodo più efficace per combatterle. L'approfondimento bit.ly/2ze3B5M pic.twitter.com/Uq9FkQt81v
1 day ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Buone notizie dall'Indianapolis (U.S.A.) per l' ultra-rara iperossaluria secondaria. Il farmaco sperimentale ALLN-177 è efficace e tollerabile in Fase II. Tutti i dettagli qui: bit.ly/33HUOqz pic.twitter.com/RtrAIqwj34
3 days ago.
OssMalattieRare
OssMalattieRare Tumore alla vescica, è il quarto più frequente negli uomini. Uno studio italiano valuterà l'impiego della radioterapia adiuvante. La sperimentazione è condotta dai ricercatori dell'Istituto Clinico dell'Humanitas di Milano. bit.ly/31I8K1W pic.twitter.com/8sce2yat4D
6 days ago.

Potrebbero essere cancellati dal prossimo Patto per la Salute. La replica del Ministero: “La proposta non è stata ufficialmente presentata, del Patto non si parla prima di ottobre”

ROMA - A marzo l’On. Maria Antonietta Farina Coscioni (PD) aveva presentato un’interrogazione parlamentare in merito alle iniziative del Governo volte a rifinanziare la ricerca e le attività per la cura della fibrosi cistica. Nel documento erano espresse forti preoccupazioni circa la possibilità che nel prossimo Patto per la Salute 2013-2015, come scritto nella proposta delle Regioni, potesse essere abolita dal fondo sanitario nazionale la quota di finanziamento finalizzata alla fibrosi cistica ed AIDS – ma non solo - con “relativa messa a disposizione delle regioni di risorse dedicate a tali patologie in un fondo indistinto”. Secondo i firmatari dell’interrogazione la cancellazione della quota dedicata, seppur rappresentando una parte inferiore al 40 per cento di quanto la maggioranza delle regioni spendono per offrire assistenza e cure ai pazienti malati di fibrosi cistica, svuoterebbe di significato  una normativa ad hoc così avanzata come la legge n.548, che, anche se ancora deve trovare piena applicazione, ha comunque portato enormi benefici in termini di gestione della malattia, di organizzazione delle cure, di risparmi e di miglioramento della sopravvivenza dei malati.
Stando ai dati del Registro Europeo della F.C. l’età media delle persone affette da Fibrosi Cistica in Italia si attesta a 21,13 anni, contro i 15,71 della Francia, i 18,71 dell’Inghilterra, i 17,63 della Germania e i 12,4 della Grecia.
A questa interrogazione il sottosegretario di Stato alla salute Adelfio Elio Cardinale ha risposto l’11 settembre scorso, presso la Commissione Affari sociali della Camera, facendo presente anzitutto che i lavori per la predisposizione del nuovo Patto per la Salute hanno subito uno slittamento al prossimo mese di ottobre, in virtù di una condivisione con le regioni sull’opportunità di far procedere insieme sia la discussione sul nuovo Patto per la salute che quella relativa alle risorse finanziarie.
Ha poi rassicurato in merito al fatto che la proposta avanzata dalle Regioni “non è stata approvata dalla Commissione salute né formalmente presentata al confronto con i Ministeri” e che “nel corso dei lavori per la stesura del nuovo Patto le preoccupazioni espresse circa il mantenimento di una quota di risorse finalizzata agli interventi in materia di fibrosi cistica saranno oggetto di adeguate valutazioni e approfondimenti”.

Insomma, quello che il Ministro fa capire è che, se anche ci fosse questa possibilità, al momento è ancora prematuro parlarne. Ma è anche chiaro che  quando, non prima di ottobre, il Patto per la Salute verrà ripreso in mano, allora sì, sarà necessario seguire attentamente i lavori ed intervenire attivamente affinché si assicurino comunque fondi adeguati per non rendere priva di fondi la legge 548




GUIDA alle ESENZIONI per le MALATTIE RARE (2019)

Malattie rare, GUIDA alle esenzioni

Con l'entrata in vigore dei nuovi LEA (15 settembre 2017) è stato aggiornato l’elenco delle malattie rare esenti.

OMaR (Osservatorio Malattie Rare), in collaborazione con Orphanet-Italia, ha realizzato una vera e propria Guida alle nuove esenzioni, ora aggiornata al 2019, con l'elenco ragionato dei nuovi codici, la lista completa di tutte le patologie esenti, le indicazioni su come ottenere l’esenzione e molto altro.

Clicca QUI per scaricare gratuitamente la Guida (aggiornata ad aprile 2019).

 


News



© Osservatorio Malattie Rare 2015 | Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Testata giornalistica iscritta al ROC, n.20188, ai sensi dell'art.16 L.62/2001 | Testata registrata presso il Tribunale di Roma - 296/2011 - 4 Ottobre
Direttore Responsabile: Ilaria Ciancaleoni Bartoli - Via Varese, 46 - 00185 Roma | P.iva 02991370541


Website by Digitest | Hosting ServerPlan



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni