“Conoscere una malattia rara permette al paziente un beneficio enorme: evitare l’ospedalizzazione e il lungo percorso alla ricerca di una difficile diagnosi. Il test di screening neonatale metabolico – spiega il Dr. Alberto Burlina, del Centro di riferimento per lo screening neonatale esteso dell'Università di Padova - permette di riconoscere a poche ore dalla nascita un gran numero di patologie e mettere in atto immediatamente quei provvedimenti terapeutici che permettono al paziente di non cadere nella gravità della malattia.”

L'intervista è stata realizzata in occasione del convegno ISS sullo Screening Metabolico Esteso.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Il valore della cura e dell’assistenza nell’emofilia

Il valore della cura e dell'assistenza nell'emofilia

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni