REGNO UNITO – AstraZeneca ha annunciato che la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti si è dichiarata favorevole a concedere la designazione di 'farmaco orfano' a MEDI-551, una terapia in via di sperimentazione per il trattamento di pazienti con neuromielite ottica (NMO) o con disturbi dello spettro della neuromielite ottica (NMOSD). MEDI-551 è un composto sviluppato da MedImmune, società farmaceutica di proprietà di AstraZeneca.

La NMO è una rara malattia autoimmune che colpisce prevalentemente il nervo ottico e il midollo spinale, causando una serie di gravi sintomi quali debolezza muscolare, paralisi, perdita della vista, insufficienza respiratoria, dolore neuropatico, disfunzione intestinale e problemi alla vescica.
Il termine 'disturbo dello spettro della neuromielite ottica' (NMOSD) è stato recentemente coniato per unificare in una sola categoria le varie sindromi correlate alla NMO.

MEDI-551 è un anticorpo monoclonale umanizzato diretto contro la proteina CD19. Attualmente, il farmaco si trova in una fase intermedia di sviluppo clinico per il trattamento di pazienti affetti da NMO o da NMOSD.

Per ulteriori informazioni è possibile consultare il comunicato stampa di AstraZeneca.

Articoli correlati

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni