Mercato tutelato per clienti vulnerabili

Ecco come procedere per continuare ad avere un prezzo agevolato in caso di disabilità, età superiore a 75 anni, svantaggio economico o situazione abitativa di emergenza

Termina oggi (10 gennaio 2024) il regime di maggior tutela per le spese di fornitura di gas naturale sostenute dai clienti domestici. Per le forniture di energia elettrica, invece, il termine del mercato tutelato è previsto, dopo una recente proroga, per il 1 luglio 2024. Esiste però la possibilità, per determinati soggetti definiti “vulnerabili”, di continuare a usufruire delle tariffe calmierate, stabilite direttamente dall’Autorità di Regolazione per Energia, Reti e Ambiente (ARERA).

 COSA SIGNIFICA MERCATO TUTELATO

Il servizio di maggior tutela del gas e dell'energia elettrica, è un'opzione fornita agli utenti che desiderano che la propria fornitura sia regolata alle condizioni economiche e contrattuali stabilite da ARERA.

Questo, in generale, permette di accedere a tariffe calmierate, revisionate con cadenza regolare dall’Autorità e che non risentono delle modifiche introdotte dai singoli fornitori di mercato libero.

COME PROCEDERE PER CONTINUARE AD AVERE UN PREZZO AGEVOLATO SULLA FORNITURA DI GAS

Nel caso di clienti di gas naturale vulnerabili forniti nel servizio di tutela, da gennaio 2024 il venditore continuerà a erogare la fornitura con il servizio di tutela della vulnerabilità, alle condizioni economiche  previste per il servizio di tutela gas definite dall'Autorità e con le  condizioni contrattuali dell'offerta PLACET – ovvero  (a Prezzo Libero A Condizioni Equiparate di Tutela – di gas naturale, a eccezione della modalità di ricezione della bolletta, che sarà uguale a quella già in uso da parte del cliente nell'ambito del servizio di tutela.

Sono considerati clienti vulnerabili - gas i clienti domestici che, alternativamente:

  • si trovano in condizioni economicamente svantaggiate (ad esempio percettori di bonus);
  • sono soggetti con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92;
  • hanno un'utenza in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;
  • hanno un'età superiore ai 75 anni.

Ai sensi dell’articolo 2, comma 1 del decreto-legge 9 agosto 2022, n. 115, come convertito dalla legge 21 settembre 2022, n. 142 (decreto Aiuti bis), i clienti finali domestici vulnerabili hanno diritto a fruire delle condizioni di fornitura del servizio gas definite e regolate dall’Autorità di Regolazione per Energia Reti e Ambiente che prevede un prezzo che riflette il costo effettivo di approvvigionamento nel mercato all’ingrosso, i costi efficienti del servizio di commercializzazione e le condizioni contrattuali e di qualità del servizio, così come definiti ed aggiornati dalla medesima Autorità.

Il cliente servito in tutela gas che non è stato identificato come vulnerabile può richiedere al proprio o altro venditore di essere servito nel servizio di tutela della vulnerabilità compilando il modulo messo a disposizione da ARERA a questo link, che ciascun utente dovrebbe aver già ricevuto anche dal proprio fornitore.

Anche il cliente vulnerabile può in ogni momento scegliere un'offerta del mercato libero, con le modalità e tempistiche previste dalla regolazione. Allo stesso modo, un cliente vulnerabile che si trova già nel mercato libero può richiedere di essere fornito alle condizioni definite dall'Autorità (servizio di tutela della vulnerabilità).

COME PROCEDERE PER CONTINUARE AD AVERE UN PREZZO AGEVOLATO SULLA FORNITURA DI ELETTRICITÀ

clienti domestici vulnerabili forniti nel servizio di maggior tutela continueranno ad essere serviti, anche successivamente al 1° luglio 2024, nel Servizio di Maggior Tutela.

Sono considerati clienti vulnerabili di energia elettrica i clienti domestici che, alternativamente:

  • si trovano in condizioni economicamente svantaggiate (ad esempio percettori di bonus);
  • versano in gravi condizioni di salute tali da richiedere l'utilizzo di apparecchiature medico-terapeutiche alimentate dall'energia elettrica (oppure presso i quali sono presenti persone in tali condizioni);
  • sono soggetti con disabilità ai sensi dell'articolo 3 legge 104/92;
  • hanno un'utenza in una struttura abitativa di emergenza a seguito di eventi calamitosi;
  • hanno un'utenza in un'isola minore non interconnessa;
  • hanno un'età superiore ai 75 anni.

Il cliente servito in maggior tutela che non sia stato identificato come vulnerabile, pur rispettando i criteri di vulnerabilità, deve comunicarlo al proprio venditore compilando il modulo messo a disposizione da ARERA a questo link, che ciascun utente ha già ricevuto o dovrebbe ricevere entro giugno 2024 dal proprio fornitore.

Se sopraggiungono variazioni della condizione di vulnerabilità è necessario che il titolare della fornitura contatti il proprio venditore. Anche il cliente vulnerabile può in ogni momento scegliere un’offerta del mercato libero, con le modalità e tempistiche previste dal venditore nell'ambito dell'offerta selezionata e nel rispetto degli obblighi di regolazione.

Per orientare tra le agevolazioni e supportare nella scelta della fornitura più adatta ARERA mette a disposizione di tutti i cittadini il portale Sportelloperilconsumatore.it e il call center dello Sportello per il consumatore energia e ambiente 800.166.654.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni