I criteri di valutazione di questi medicinali sono basati in gran parte sulle esperienze dei paesi occidentali

BUDAPEST (UNGHERIA) – Come è possibile valutare le implicazioni medico-cliniche, sociali, organizzative, economiche, etiche e legali di una tecnologia? L’Health Technology Assessment (HTA) è un approccio multidimensionale e multidisciplinare che ne analizza più dimensioni, quali l’efficacia, la sicurezza, i costi, l’impatto sociale e organizzativo. L’obiettivo è quello di valutare gli effetti reali o potenziali della tecnologia, sia a priori che durante l’intero ciclo di vita, nonché le conseguenze che l’introduzione o l’esclusione di un intervento avrebbero per il sistema sanitario, l’economia e la società.

Milano – Dopo il parere favorevole espresso il 24 giugno scorso dal Committee for Medicinal Products for Human Use (CHMP), in accordo con il Committee for Advanced Therapies (CAT), anche il Committee for Orphan Medicinal Products (COMP) dell’Agenzia Europea dei Medicinali (EMA), si è espresso favorevolmente raccomandando il mantenimento della designazione di “Farmaco Orfano” per Zalmoxis (TK), la prima terapia cellulare paziente-specifica, basata sull’ingegnerizzazione del sistema immunitario, impiegata in associazione al trapianto aplo-identico di cellule staminali ematopoietiche (haematopoietic stem-cell transplantation – HSCT), in pazienti adulti affetti da leucemie e altri tumori del sangue ad alto rischio.

L’Agenzia Italiana del Farmaco (AIFA) ha concesso l’autorizzazione alla produzione di medicinali per terapie avanzate all’Officina Farmaceutica dell’Ospedale Pediatrico Bambino Gesù. L'Officina Farmaceutica del Bambino Gesù si estende su una superficie di 1.200 mq, ed è dotata di 8 locali asettici destinati alla produzione e rilascio di nuove terapie in ambito clinico per malattie che al momento non hanno ancora una cura certa. I farmaci biologici prodotti (prevalentemente in ambito oncoematologico) saranno utilizzati nei prossimi mesi in sperimentazioni cliniche sia nazionali che internazionali.

La spesa annuale più alta (per la malattia di Gaucher) equivale addirittura al reddito che un residente urbano guadagnerebbe in 69 anni di lavoro

PECHINO (CINA) – Nonostante la Cina stia promuovendo attivamente una regolamentazione sulle malattie rare, ad oggi non esiste ancora una legislazione dedicata, né un sistema di registrazione o una definizione ufficiale. Solo recentemente queste patologie e i relativi farmaci orfani sono stati inseriti formalmente nella pianificazione nazionale. Tuttavia, sono stati condotti pochi studi per valutare l'accessibilità dei pazienti affetti da malattie rare.

Nonostante i diversi metodi per calcolare la prevalenza delle malattie rare, gli accordi a livello globale sono proficui: la metà delle richieste vengono inoltrate in parallelo sia all'EMA che all'FDA

LONDRA – La crescente consapevolezza della necessità di prodotti farmaceutici per il trattamento delle malattie rare ha portato alla promulgazione di una legislazione dedicata negli Stati Uniti, nell'Unione Europea e in Giappone.

USA - Emergent BioSolutions ha annunciato che la Food and Drug Administration (FDA) degli Stati Uniti ha concesso lo status di farmaco orfano a BioThrax® (Anthrax Vaccine Adsorbed), un composto indicato per la profilassi post-esposizione (PEP) a Bacillus anthracis, il tipo di batterio che provoca la grave malattia infettiva conosciuta col nome di antrace o 'carbonchio'. BioThrax® è l'unico vaccino approvato dalla FDA per l'antrace, ed è indicato per la profilassi sia pre- che post- esposizione a Bacillus anthracis.

Il documento presenta un focus sui prodotti destinati ai malati rari. Il 49 per cento della spesa è per antineoplastici

Nelle ultime ore è stato diffuso il rapporto Osmed dell'Agenzia italiana del farmaco. Una fotografia dettagliatissima sul consumo di farmaci in Italia, sui principi attivi maggiormente utilizzati e sul loro peso rispetto alla spesa sanitaria nel suo complesso. Secondo i tecnici di Aifa nel 2015 ogni cittadino ha assunto in media poco più di 1,8 dosi di farmaci al giorno. La spesa farmaceutica nazionale totale è stata pari a 28,9 miliardi di euro e ha rappresentato l'1,9 per cento del prodotto interno lordo italiano: l'aumento rispetto al 2014 è stato pari al +8,6 per cento. Il 76,3 per cento della spesa è stato interamente rimborsato dal Servizio sanitario nazionale.

Seguici sui Social

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Sportello Legale OMaR

Tutti i diritti dei talassemici

Le nostre pubblicazioni

Malattie rare e sibling

30 giorni sanità

Speciale Testo Unico Malattie Rare

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Con il contributo non condizionante di

Partner Scientifici

Media Partner


Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni