Vaccino covid: informazioni sulla regione Calabria

Iniziata la vaccinazione dei soggetti fragili, estesa la platea delle categorie prioritarie con alcuni codici di esenzione per malattia rara. L’adesione alla piattaforma di Poste italiane

Nella Regione Calabria la campagna vaccinale è partita con gli ultraottantenni il 22 febbraio 2021, ed è proseguita con la vaccinazione delle categorie fragili a partire dal 27 febbraio. La regione non ha però reso noto quali soggetti rientrano in questa categoria (esplicitata solo parzialmente a livello nazionale, come spiegato nel nostro approfondimento sul vaccino Covid), col rischio di escluderne alcuni. Non c’era una piattaforma online per le prenotazioni e le persone venivano chiamate direttamente dal personale sanitario per la somministrazione del vaccino. Dopo i disagi creati dall’incertezza circa le modalità di prenotazione del vaccino, anche la Calabria ha finalmente aderito alla piattaforma di prenotazione online del vaccino Covid-19 realizzata da Poste italiane a cui si accede mediante il seguente link: https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login

Sul sito della Regione Calabria consultabile a questo link si legge che da domenica 21 marzo “il servizio di prenotazione per la somministrazione dei vaccini anti Sars-Cov2 è stato esteso anche alle categorie delle persone fragili, individuate attraverso i codici di esenzione previsti dal Sistema sanitario nazionale. Nei prossimi giorni, grazie all'ausilio delle Aziende sanitarie provinciali – comunica la Protezione civile regionale –, si provvederà a integrare ulteriormente la lista delle persone interessate, con l'inserimento di quelle casistiche non ricomprese in quelle contemplate dal Servizio sanitario nazionale. L'estensione della prenotazione interessa, al momento, circa 180mila persone, che vanno ad aggiungersi alla categoria degli ultraottantenni, per i quali la Piattaforma è attiva dallo scorso 17 marzo. Le prenotazioni saranno consentite in rapporto alle dosi di vaccini allo stato disponibili”.

La prenotazione può essere effettuata online sulla piattaforma di cui a questo link.

È entrata in funzione martedì 16 marzo la piattaforma di Poste italiane per le prenotazioni nel cosentino. Sono stati individuati 7 punti per la somministrazione delle dosi: Aprigliano, Amantea, Paola, Castrovillari, Rende, Corigliano e Rossano. In questa prima fase sarà utilizzato il vaccino Astrazeneca per cui potranno prenotare soltanto le persone con meno di 65 anni. Al momento, a causa della sospensione nazionale della somministrazione del vaccino Astrazeneca, sono trentaseimila le dosi in possesso della regione Calabria non utilizzate.

Il percorso per la vaccinazione inizia con l’inserimento sulla piattaforma del numero di tessera sanitaria e del codice fiscale. Per chi non può o non riesce a prenotarsi on line, sono previste altre modalità di prenotazione. È possibile infatti utilizzare un call center o il palmare in dotazione dei portalettere. Poste Italiane ha inoltre aggiornato gli ATM Postamat per consentire la prenotazione tramite tessera sanitaria.

Contemporaneamente alla campagna vaccinale attivata con la piattaforma di Poste italiane, proseguirà la vaccinazione degli over 80 con le medesime modalità adottate fino ad oggi, ovvero con la prenotazione telefonica al numero 0984/835568 per i residenti a Cosenza e Rende, oppure, per gli altri comuni della provincia, attraverso i numeri messi a disposizione dai loro sindaci o, ancora, tramite il proprio medico di base. Ancora nessun chiarimento sul piano effettivamente attuato per la somministrazione del vaccino ai pazienti fragili.

Per quanto riguarda i tempi della campagna, a partire dal 10 marzo sono sospese le vaccinazioni della prima dose al centro vaccini regionale. Al centro vaccini della Regione Calabria, infatti, è stato affisso un cartello con la scritta: "Si comunica che dal 10 marzo sono sospese le prime dosi di vaccino, verranno somministrate solo ed esclusivamente le seconde dosi di richiamo". Ad oggi dall'Asp non c’è nessuna comunicazione riguardo ai tempi previsti per la ripresa delle vaccinazioni.

Ci auguriamo che vengano fornite notizie ufficiali quanto prima. Per conoscenza ed utilità riportiamo il calendario fissato dalla Regione all’inizio della campagna vaccinale:

a) il completamento del ciclo vaccinale a tutta la popolazione target della fase 1(operatori strutture sanitarie, operatori ed ospiti delle strutture socio-sanitarie territoriali), che dovrà avvenire entro il 28 febbraio 2021. Con riferimento alle strutture residenziali per anziani e non autosufficienti, è necessario che per tutti i nuovi ingressi sia completato il ciclo vaccinale.

b) l’avvio, a far data dal 22 febbraio 2021 delle vaccinazioni alla popolazione ≥ 80 anni. In questa fase si procederà con la chiamata di tutta la popolazione anziana, che è di circa 130.778 persone. Per una maggiore efficacia di tale azione di prevenzione la vaccinazione di tale popolazione sarà condotta dai Medici di Medicina Generale, presso i propri ambulatori ovvero presso i Centri di Vaccinazione delle Aziende Sanitarie.

c) l’avvio della vaccinazione dei soggetti estremamente vulnerabili affetti da patologie severe e/o immunodeficienza rientranti nelle “Aree di patologia” individuate a livello nazionale, identificate sulla base di un maggior rischio e di condizione di fragilità. La vaccinazione verrà effettuata, prevalentemente, presso i Centri Specialisti che hanno in carico tali categorie

d) l’avvio della vaccinazione dei soggetti appartenenti alle categorie dei lavoratori dei servizi essenziali che corrispondono ai seguenti requisiti: età compresa tra i 18 ed i 54 anni e assenza di patologie concomitanti. I soggetti con età superiore ai 55 anni, in attesa di eventuali ulteriori indicazioni nazionali, rientreranno nelle chiamate per coorte o per condizione di fragilità determinata da patologia.

DAL COMMISSARIO AD ACTA CHIARIMENTI SULLE MODALITÀ DI PRENOTAZIONE DEL VACCINO ANTI COVID-19 PER I SOGGETTI FRAGILI

Gli elenchi completi dei soggetti fragili inseriti in piattaforma per la prenotazione online del vaccino in Calabria sono stati elaborati mediante estrazione dei soggetti con patologie riconducibili alle aree definite dal Ministero. L'elenco completo è scaricabile a questo link.

Sul sito della Regione, consultabile a questo link sono stati pubblicati i chiarimenti sulle modalità di prenotazione del vaccino anti Covid-19 per i soggetti fragili e gli insegnanti fuori sede. Nel comunicato stampa dello scorso 25 marzo, per quanto riguarda la prenotazione per i soggetti fragili, si legge che: “Gli elenchi dei soggetti fragili inseriti in piattaforma per la prenotazione on line sono stati elaborati mediante estrazione dei soggetti con patologie riconducibili alle aree definite dal Ministero. I pazienti individuati sono quelli in possesso dei codici esenzione riportati nella tabella. Tutti i soggetti estremamente vulnerabili che per qualsiasi motivo non riescono ad effettuare la prenotazione mediante i canali telematici possono compilare il form disponibile a questo link oppure scrivere via email ESCLUSIVAMENTE all'indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.. Per effettuare la prenotazione sono necessari la tessera sanitaria e il codice fiscale della persona che intende vaccinarsi: con la prenotazione è possibile individuare, in base al proprio CAP, la sede vaccinale più vicina e scegliere la data e l’orario in base alle disponibilità. Si porta a conoscenza che si stanno implementando ulteriori centri vaccinali prenotabili per ampliare le disponibilità di prenotazione. Si può effettuare la prenotazione anche tramite CALL CENTER telefonando al numero verde 800 00.99.66 attivo da lunedì al venerdì dalle ore 09:00 alle ore 18:00 (escluso sabato e festivi)”.

LE NOVITÀ PER LA VACCINAZIONE DEI MALATI RARI 

Il commissario ad acta per la sanità Guido Longo, "a seguito delle segnalazioni pervenute nei giorni scorsi circa l'inserimento nelle liste dei soggetti fragili, ha valutato positivamente la richiesta di ampliare ulteriormente l'elenco dei codici esenzione includendo anche quelli relativi alle malattie rare" (elenco consultabile a questo link: https://www.regione.calabria.it/website/portalmedia/2021-04/Codici-Esenzioni_fragili_16_04_2021-(236-esenzioni).pdf). Questo è quanto emerge da un comunicato della Comunicazione istituzionale del dipartimento Tutela della Salute e Servizi Sociali e Socio Sanitari della Regione.

Le modalità di prenotazione del vaccino:

Nel comunicato si legge che: "gli assistiti in possesso del codice esenzione potranno effettuare la prenotazione online collegandosi all'indirizzo http://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it oppure chiamando il call center dedicato di Poste Italiane, telefonando al numero verde 800.009.966, attivo dal lunedì al venerdì dalle ore 9:00 alle ore 18:00 (escluso sabato e festivi). Per essere inserito nelle liste dei soggetti fragili, l'assistito deve avere un codice esenzione in corso di validità tra quelli in elenco.

Importante segnalare che se l'assistito in possesso dei codici di esenzione in corso di validità, nel collegarsi online all'indirizzo web https://prenotazioni.vaccinicovid.gov.it/cit/#/login, a seguito dell'inserimento del proprio codice fiscale e dell'inserimento del numero di tessera sanitaria, dovesse riscontrare impossibilità di accedere alla prenotazione, e la piattaforma di prenotazione restituisse il messaggio: "Attenzione, I codici inseriti non sono corretti o non corrispondono a persona appartenente a categoria avente priorità nella fase corrente del piano vaccinale. Accertati di non aver commesso errori di inserimento", è possibile inviare una comunicazione agli uffici regionali esclusivamente mediante la modalità di segnalazione resa disponibile al link: https://sisr-ap.sisr.regione.calabria.it/".

LE ASSOCIAZIONI CHIEDONO UN INTERVENTO DELLE MASSIME ISTITUZIONI DELLO STATO

Le Federazioni FISH Calabria e FAND Calabria, la Consulta Regionale del Terzo Settore e quella delle Autonomie Locali, il Forum del Terzo Settore Calabria e il Coordinamento Regionale Garanti, hanno rivolto un messaggio importante al Presidente della Repubblica Sergio Mattarella e a quello del Consiglio Mario Draghi. Nel messaggio si legge che: “Denunciamo all’attenzione delle Istituzioni la grave condizione in cui versa la Regione Calabria per quanto riguarda la programmazione e l’esecuzione del piano di vaccinazione Covid-19, in particolare delle persone fragili e con disabilità; denunciamo la mancanza di chiarezza, le piattaforme di prenotazione non correttamente strutturate, unitamente a una scarsa informazione e diffusione dei percorsi attivati, con le persone fragili e con disabilità costrette a rincorrere, quando riescono, le prenotazioni per la vaccinazione a mesi e, cosa ancor più grave, a centinaia di chilometri dalla propria residenza”. Nella denuncia si legge ancora che: “Tutto questo nella totale mancanza di collaborazione e coinvolgimento degli organismi rappresentativi dei cittadini, delle persone fragili e con disabilità, seppur previsto da norme di legge ben precise. In particolare, il mancato coinvolgimento di quegli organismi rappresentativi ha comportato il mancato rispetto di norme e trattati internazionali, creando, contestualmente, una grave violazione dell’incolumità e sicurezza pubblica, con compromissione dei livelli essenziali delle prestazioni, concernenti i diritti civili e sociali delle persone fragili, tra cui le persone con disabilità che vivono nel proprio domicilio che non sono a carico di servizi accreditati, sanitari o socio sanitari, e i loro caregiver o assistenti personali, figure non previste nella piattaforma di prenotazione”.

In conclusione, quindi, le associazioni chiedono alle Istituzioni di fare chiarezza sull’effettivo stato del piano vaccinale della Regione Calabria , con particolare riferimento ai pazienti fragili e con disabilità.

 

Leggi anche

Vaccino COVID-19, malattie rare e disabilità: tutto quello che c’è da sapere

Articoli correlati

 Sportello legale OMaR

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

Speciale Vaccino Covid-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Invalidità civile e Legge 104, tutti i diritti dei malati rari

Guida alle esenzioni per le malattie rare

Malattie rare - Guida alle nuove esenzioni

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni