Alla J.P. Morgan Healthcare conference di San Francisco (USA), Celgene ha annunciato la firma dell’accordo di acquisizione della biotech americana Impact Biomedicines, che sta sviluppando il farmaco fedratinib, un inibitore della chinasi JAK2 altamente selettivo, per pazienti con mielofibrosi resistenti o intolleranti a ruxolitinib (l’attuale standard di cura) e per la cura della policitemia vera.

L’accordo è diviso in tre parti: Celgene pagherà circa 1,1 miliardi di dollari in anticipo e fino a 1,4 miliardi di dollari legati all’approvazione del farmaco e alle milestones regolatorie. Sono inoltre possibili ulteriori pagamenti futuri legati all’approvazione di nuove indicazioni e alla commercializzazione. Nella migliore delle ipotesi, se il farmaco di Impact Biomedicines raggiungesse i 5 miliardi di dollari annui di vendite, Celgene dovrebbe sborsare la somma massima di 4,5 miliardi, portando il totale dell'affare a 7 miliardi.

Per maggiori informazioni clicca qui.

Sportello legale

Malattie rare e coronavirus - L'esperto risponde

BufalaVirus: le false notizie su COVID-19

Iscriviti alla Newsletter

Iscriviti alla Newsletter per ricevere Informazioni, News e Appuntamenti di Osservatorio Malattie Rare.

Seguici sui Social

Premio OMaR 2020 - Instant book

Premio OMaR 2020 - Instant book

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Sulle proprie gambe: racconti di XLH e rachitismo ipofosfatemico

Partner Scientifici



Questo sito utilizza cookies per il suo funzionamento. Maggiori informazioni